Serie B: Brescia inarrestabile anche a Gubbio (0-2) COMMENTA  

Serie B: Brescia inarrestabile anche a Gubbio (0-2) COMMENTA  

Non conosce ostacoli la marcia del Brescia di Calori che inanella a Gubbio il nono risultato utile consecutivo con sette vittorie, prosegue la scalata in classifica e miete record su record: su tutti quello di Michele Arcari che tocca quota 900’ di imbattibilità, quarta miglior prestazione di tutti in tempi per la Serie B (il prossimo traguardo sono i 1.001 minuti del foggiano Trentini nel 1972-’73, ma serviranno due partite), ma anche quello delle cinque vittorie consecutive in trasferta, risultato mai raggiunto nella storia del club. Ora le Rondinelle sono sole all’ottavo posto, ma sempre a meno tre dall’ultima posizione utile per i playoff, occupata dal Varese, e con davanti anche la Reggina: la salita rimane ripida ma è logico pensare che la squadra non si ponga limiti visto che questo Brescia sa ottenere il massimo anche senza produrre sforzi eccezionali. Il livello delle avversarie però ora si alzerà: sabato spareggio-playoff contro il Padova, poi trasferta a Pescara. Contro il Torino o contro il Gubbio, infatti, l’atteggiamento tattico non cambia: solido 3-5-1-1, squadra compatta e pronta a fiondarsi in contropiede. Una beffa quindi per gli umbri di Simoni, che cadono in casa dopo tre mesi e mezzo rallentando la corsa salvezza, pur senza demeritare: era stato ottimo infatti l’approccio alla partita dei rossoblù, molto più aggressivi e determinati e pericolosi con una mezza girata acrobatica di Graffiedi.


Brescia troppo rintanato e rinunciatario, ma dopo il 20’ i lombardi alzano il baricentro, e si vede: Daprelà sfiora il vantaggio con un diagonale sinistro di un soffio a lato, poi Jonathas non trova la deviazione in mezzo all’area per poi farsi perdonare al 25’ quando supera di potenza Benedetti e batte Donnarumma con un imprendibile sinistro incrociato. Il Gubbio non si arrende ed organizza la reazione ma penetrare tra le strettissime maglie delle due linee bresciane è difficilissimo: gli umbri si fanno vedere solo con tiri dalla distanza ma sfiorano il pari ad inizio ripresa con una girata di Raggio Garibaldi, servito da Sandreani, ma la palla esce di un soffio. Così, su una micidiale ripartenza, il Brescia chiude i conti a metà tempo: Jonathas fa trenta metri di corsa e poi appoggia ad El Kaddouri, in posizione dubbia, il marocchino scarta Donnarumma e raddoppia. E’ il gol che di fatto chiude la gara perché il Gubbio s’innervosisce e non creerà più nulla. Chi fermerà il Brescia? La prossima candidata si chiama Padova, che all’andata inferse la prima sconfitta stagionale alle Rondinelle.

Gubbio-Brescia 0-2

Marcatori: 25’ Jonathas; 65’ El Kaddouri

Gubbio: A. Donnarumma; Briganti, Cottafava, Benedetti (74’ Caracciolo) , Mario Rui; Sandreani, Nwankwo, Raggio Garibaldi (69’ Guzman); Bazzoffia, D. Ciofani (59’ Ragatzu), Graffiedi. (Farabbi, Farina, Boisfer, Mastronunzio). All.: L. Simoni.


Brescia: Arcari; Martinez, De Maio, Caldirola (88’ Zoboli); Zambelli, Martina Rini, Salamon, M. Mandorlini (46’ Piovaccari), Daprelà; El Kaddouri; Jonathas (73’ Feczesin). (Leali, Dallamano, Vass, Cordova). All.: A. Calori.

L'articolo prosegue subito dopo


Arbitro: Di Paolo (Avezzano)

Ammoniti: Jonathas e Briganti.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*