Serie B: il Padova “rivince” contro il Torino (1-0) COMMENTA  

Serie B: il Padova “rivince” contro il Torino (1-0) COMMENTA  

Una partita lunga undici giorni, e proseguita per sedici minuti. Succede anche questo nel calcio italiano, e non c’è da stupirsi se nove persone non riescono a trovare un accordo su un passato da dimenticare al più presto. Non è forse casuale allora che nel giorno del fallimento del Tavolo della Pace vada in scena la partita più breve della storia del calcio italiano, conseguenza inevitabile di un regolamento non chiaro e che nessuno ha voluto interpretare. Così Padova e Torino si sono ritrovate alle 14.30 per portare a termine la gara sospesa tra polemiche di fuoco lo scorso 3 dicembre al 75’ a causa dello spegnimento dell’impianto di illuminazione. Polemiche proseguite al triplice fischio dopo il quale si è scatenata una deprimente rissa: i giocatori del Toro hanno accerchiato Calvarese, “reo” di aver assegnato appena due minuti di recupero (in effetti troppo pochi visto il cumulo con i primi 75’), quelli del Padova se la sono presa con gli avversari al pari dei loro tifosi, che hanno bersagliato di fischi i calciatori del Torino. Per il presidente Abodi questa è stata l’unica nota stonata della giornata: “E’ andato tutto bene eccetto i cori contro il Torino. Era giusto che si giocasse per la regolarità sportiva“. Contento lui. Di certo, però, non è finita qui visto che i piemontesi hanno già preannunciato ricorso alla Corte di Giustizia Federale.


Il risultato di 1-0 non è cambiato: i biancoscudati sono riusciti a condurre in porto la preziosissima vittoria, maturata grazie al gol di Ruopolo al 6’ della ripresa, che consente ai veneti di salire al quarto posto, a -7 dal Torino. Seconda sconfitta in campionato quindi per la capolista, che quindi non scappa in classifica: è servito a poco l’atteggiamento ultraoffensivo di Ventura, che al 90’ ha pure mandato in campo Glik per fargli fare il centravanti. A conti fatti il tecnico granata era forse rassegnato, come si evince dalla curiosa decisione di lasciare a Torino Bianchi, Ogbonna e Stevanovic per non affaticarli con un lungo viaggio in vista dell’ultima partita dell’anno, sabato pomeriggio a Modena. Il Padova si era invece schierato con un inedito 4-4-2 a specchio con il chiaro intento di difendere il risultato. Missione compiuta, ma il Toro le sue occasioni le ha avute: su tutte quella capitata a Di Cesare, proprio in “apertura”, ma il difensore ha calciato alto solo al centro dell’area. Inutile il finale all’arrembaggio, e desolante la rissa finale. Ma vietato stupirsi.

Questo il tabellino degli ultimi 17’:

Padova: Perin; G. Donati, Schiavi, Trevisan, Renzetti; Osuji, Milanetto, Bovo, Lazarevic; Ruopolo, Cutolo. (Cano, Franco, Portin, Italiano, Cuffa, Marcolini, Hallenius). All.: A. Dal Canto.


Torino: F. Coppola; Dan. D’Ambrosio, Pratali, Di Cesare, Zavagno; Verdi, De Feudis (90′ Glik), Iori, Oduamadi; Ebagua, Pagano. (Morello, Chiosa, Gatto, Suciu, Surraco). All.: G. Ventura.

L'articolo prosegue subito dopo


Arbitro: Calvarese (Teramo)

E questo invece è il tabellino dei “primi” 75’:

Padova-Torino 1-0

Marcatore: 51′ Ruopolo

Padova: Perin; Legati (16′ G. Donati), Schiavi, Trevisan, Renzetti; Osuji, Milanetto, Bovo; Marcolini; Cacia (73′ Lazarevic), Ruopolo. (Cano, Italiano, Drame, Cutolo, Hallenius). All.: A. Dal Canto.

Torino: F. Coppola; Dan. D’Ambrosio, Glik, Ogbonna, Zavagno; Stevanovic, De Feudis, Iori, Antenucci (57′ Verdi); R. Bianchi, Sgrigna (57′ Ebagua). (Morello, Pratali, Di Cesare, Suciu, Oduamadi). All.: G. Ventura.

Arbitro: Calvarese (Teramo)

Ammoniti: Schiavi, D’Ambrosio, Iori

Leggi anche

Totti parla del suo futuro
Calcio

Totti parla del suo futuro

Francesco Totti, ieri sera, ospite a L'Intervista di Maurizio Costanzo, parla del suo futuro calcistico e si lascia andare. Ecco le sue parole. Ieri sera, all'Intervista di Maurizio Costanzo, l'ospite è stato il capitano della Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*