Serie B: il Pescara-show stende il Verona (3-1) - Notizie.it

Serie B: il Pescara-show stende il Verona (3-1)

Calcio

Serie B: il Pescara-show stende il Verona (3-1)

Si ferma ad undici la serie positiva del Verona che perde a Pescara vedendosi scavalcato al terzo posto dagli adriatici: ma i gialloblù di Mandorlini non escono affatto ridimensionati dall’Adriatico Cornacchia in una serata che ha visto i veneti giocare alla pari con i biancoazzurri per tutto il primo tempo ed arrendersi solo davanti alle irresistibili azioni in velocità made in Zeman, ma solo nel secondo tempo, deciso dalla doppietta di Immobile, neo-capocannoniere solitario con quindici reti. Quattro gol e due legni infatti chiariscono come, soprattutto nei secondi 45’, la partita abbia rispettato in pieno le previsioni di calcio-spettacolo. Ma i gol dell’1-1 sono state le cose più belle del primo tempo. Al 13’ sblocca il Pescara con una combinazione di prima strappa-applausi: da Verratti a Kone che cede a Sansovini, da questi ad Insigne che restituisce all’ivoriano il quale dal limite lascia partire un destro ovviamente di prima intenzione che non dà scampo a Rafael.

Al 39’ il pareggio, improvviso, dell’Hellas che arriva in porta con tre passaggi: Doninelli serve Russo che in posizione di ala sinistra mette al centro di prima per Ferrari il cui diagonale supera Anania.

In mezzo tanto tatticismo e poco gioco: per colpa del Verona che anche dopo lo svantaggio decide di non scoprirsi aspettando di avere le occasioni che inevitabilmente le squadre di Zeman concedono, continuando così a difendersi con ordine ma piuttosto basso, ma anche del Pescara che come ormai succede sempre più spesso fatica in casa a sviluppare il consueto gioco in velocità. Senza gli spazi necessari per verticalizzare infatti la squadra di Zeman dà sfogo all’azione solo sulle fasce laterali, arrivando bene al limite dell’area per poi però difettare sempre al momento della conclusione per colpa di un cross sbagliato o di un triangolo chiuso male. I fuochi d’artificio però sono solo rimandati alla ripresa: durante l’intervallo infatti Zeman si fa sentire ed i risultati arrivano subito perché i suoi tornano in campo trasformati e tornano in vantaggio già al 4’ con un’altra azione spettacolare che Cascione rifinisce per Immobile il cui sinistro di prima intenzione sul palo lungo fulmina Rafael.

E’ il prodromo di un quarto d’ora di spettacolo ed occasioni: al 12’ il Verona centra il palo con Abbate di testa sugli sviluppi di una punizione ma ha il torto di farsi trovare scoperto sul rovesciamento di fronte consentendo al Pescara di triplicare in tre passaggi.

Da Verratti ad Insigne che serve in profondità Immobile e la gara è in ghiaccio. Per blindarla però serve la fattiva collaborazione di Anania che deve dire di no alla rabbiosa reazione del Verona prima deviando sulla traversa un colpo di testa del neo-entrato Berrettoni e poi salvandosi con reattività su Tachtsidis. I gialloblù provano a non arrendersi ma questa volta la rimonta non arriva e la serie positiva si ferma: è anzi il Pescara a chiudere in attacco lanciando un messaggio inequivocabile a Torino e Sassuolo. Per la promozione diretta sono (almeno) in tre.

Pescara-Verona 3-1

Marcatori: 13’ Kone; 39’ N. Ferrari; 49’, 58’ Immobile

Pescara: Anania; Zanon, Romagnoli, M. Capuano, Balzano; Kone (76’ Gessa), Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne (81’ Giacomelli). (Pinsoglio, Bocchetti, Petterini, Togni, Maniero). All.: Z. Zeman.

Verona: Rafael; Abbate, Mareco, Ceccarelli, M. Scaglia; Tachtsidis, Doninelli (82’ Pichlmann), Russo; Jorginho (59’ Mar. D’Alessandro); Lepiller (59’ Berrettoni), N.

Ferrari. (Frattali, Natalino, Galli, Bjelanovic). All.: A. Mandorlini.

Arbitro: Cervellera (Taranto)

Ammoniti: Zanon, Abbate, Tachtsidis e Cascione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche