Serie B: il Sassuolo fa sprofondare il Padova (2-0)

Calcio

Serie B: il Sassuolo fa sprofondare il Padova (2-0)

Sei punti in due trasferte da circoletto rosso, ed a Pea brillano già gli occhi a pensare alla super-sfida di mercoledì 15 a Torino. Il Sassuolo pone la propria autorevolissima candidatura per la promozione: appena tre giorni dopo il blitz di Brescia i neroverdi inchiodano anche il Padova per la vittoria esterna numero dieci in stagione ma prima di potersi concentrare su quello che potrebbe essere un autentico spareggio ci sarà da migliorare il rendimento interno (sabato al Braglia arriva un Crotone ormai salvo), anche se il calendario sembra strizzare gli occhi agli emiliani. I biancoscudati invece franano ancora una volta: dopo il tracollo contro il Pescara gli spettatori dell’Euganeo assistono ad un’altra prestazione sconcertante ed ora la classifica piange con il sorpasso di Varese e Sampdoria che estromette il Padova dalla griglia playoff per la prima volta nella stagione. Un punto d’arrivo logica conseguenza della profonda crisi di gioco di una squadra che, soprattutto in casa, fatica terribilmente a produrre occasioni e trame di gioco in linea, vittima degli errori di mercato oltre che delle solite distrazioni difensive.

Il tutto a sei giorni dalla trasferta decisiva proprio in casa dell’”odiato” Torino: ma quella sera sulla panchina dell’Olimpico potrebbe non esserci già più Dal Canto, prossimo ad essere sacrificato sull’altare di un’ultima speranza di agganciare gli spareggi.

Al suo posto potrebbe arrivare niente meno che Franco Lerda, proprio l’ex allenatore del Toro a sua volta estromesso dai playoff un anno fa proprio dal Padova. Scherzi del calcio, mentre così non può essere definita la meritatissima vittoria del Sassuolo: prestazione da grande squadra quella dei ragazzi di Pea che controllano il match fin dai primi minuti con un buon pressing alto alternato ad un disinvolto possesso palla, per poi cedere qualche metro di campo solo nella parte conclusiva del primo tempo. E’ questo il miglior momento del Padova ma quasi tutte le occasioni venete arrivano da palla inattiva: Trevisan scheggia la traversa, Portin chiama Pomini alla smanacciata mentre l’unica azione in linea viene vanificata da Cacia che spedisce alto di testa da zero metri un cross di Renzetti.

Nella ripresa il Sassuolo sembra lasciare l’iniziativa all’avversario ma finisce per andare a dama in poche mosse: prima in contropiede Sansone impegna Perin che si salva di piede poi, su azione d’angolo, Valeri ha tutto il tempo di saltare in perfetta solitudine dal centro dell’area per il gol del vantaggio.

Dal Canto rivoluziona la squadra sbilanciandola in avanti ma i suoi chiudono in nove: espulsi prima Portin (fallaccio da dietro su Sansone) e poi Trevisan, che stoppa con la mano un tiro di Sansone che calcia però sul palo il successivo rigore. Al Sassuolo viene il braccino ed il finale è sorprendentemente targato Padova: Cacia colpisce la traversa con una bella sforbiciata ma la generosità non basta ed al 94’ Troianiello fa 2-0 nel deserto della difesa biancoscudata per quello che potrebbe essere stato l’ultimo atto della (bella) favola di Alessandro Dal Canto.

Padova-Sassuolo 0-2

Marcatori: 62’ Valeri; 94’ Troianiello

Padova: Perin; Legati, Trevisan, Portin, Renzetti; Bentivoglio, Italiano, Cuffa (46’ Jidayi); Marcolini (65’ Drame); Cacia, Cutolo (63’ Succi). (Pelizzoli, Schiavi, Franco, Ruopolo). All.: A. Dal Canto.

Sassuolo: Pomini; Marzorati, Piccioni, Terranova (75’ P. Bianco); Consolini, T. Bianchi, Cofie, Valeri, Longhi; Boakye (69’ Troianiello), G. Sansone (85’ E. Marchi).

(Bassi, Benedetti, Noselli, Bruno). All.: F. Pea.

Arbitro: Giancola (Vasto)

Ammoniti: Legati e Renzetti.

Espulsi: Portin al 76’ per gioco violento e Trevisan all’81’ per comportamento non regolamentare.

Note: all’83’ Sansone sbaglia un calcio di rigore (palo).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche