Serie B: Immobile ed Insigne rialzano il Pescara, Sassuolo ko (3-2)

Calcio

Serie B: Immobile ed Insigne rialzano il Pescara, Sassuolo ko (3-2)

La speranza è quella di non ritrovarsi a maggio per i playoff, ma di farlo il prossimo anno in una categoria superiore. Di certo, se così sarà, il tema tattico sarà lo stesso visto nell’esaltante pomeriggio dell’Adriatico: Pescara all’attacco, sempre e comunque, Sassuolo sornione a giocare sugli errori degli avversari. La missione allora è salire in A ciascuna a proprio modo: un obiettivo che sembra alla portata di entrambe le squadre anche se nell’attesissimo scontro diretto giocato davanti ad un pubblico da categoria superiore ad esultare è solo la squadra di Zeman (100^ vittoria in B per il boemo) che torna al successo dopo due partite di digiuno proprio nella giornata più importante, quella che segna l’aggancio agli emiliani in seconda posizione ed un preziosissimo vantaggio negli scontri diretti. Grandi i rimpianti per Pea che vede la sua squadra cadere dopo dieci risultati utili consecutivi e dopo aver chiuso in vantaggio il primo tempo grazie al contropiede vincente del solito Sansone, che al 42’ sfruttava l’assist di Gazzola gelando l’Adriatico nell’unica, vera occasione da gol dei neroverdi di un primo tempo complessivamente deludente.

A quel punto il più sembrava fatto per gli ospiti, capaci di contenere per 45’ gli attacchi del Pescara grazie ad una fase difensiva come sempre attentissima: due linee molto corte che hanno impedito gli inserimenti dei centrocampisti biancoazzurri e le consuete verticalizzazioni.

Così, pur attaccando con continuità, il Pescara aveva saputo creare un solo vero pericolo, seppure doppio, al 21’: il tiro-cross di Insigne colpisce l’incrocio, poi il colpo di testa di Cascione trova un poderoso intervento di Pomini che toglie il pallone dalla porta. Difficile insomma dire cosa sarebbe successo senza l’episodio-chiave di inizio ripresa: cross di Sansovini e Bianco, sorpassato dal pallone, non trova di meglio che toccare la sfera di mano sulla linea impedendo il colpo di testa di Insigne. Inevitabili il rigore e l’espulsione: Immobile riequilibria la sfida, ma con il senno del poi Pea, che sceglie di passare al 4-4-1-1 inserendo Cofie per Bruno, avrebbe preferito subire il pareggio e restare in undici.

La partita infatti si decide nei dieci minuti successivi, in cui il Pescara fa sfracelli: un tiro cross di Sansovini sfiora l’incrocio, poi al 13’ Immobile firma il sorpasso di testa su cross di Zanon ed infine al quarto d’ora Insigne per poco non fa crollare lo stadio con un gol strepitoso.

Assist di Sansovini ed il talento di scuola napoletana stoppa di petto per poi scaricare un destro violentissimo sotto la traversa. Adriatico in festa ma il Sassuolo non si arrende e torna in partita al 32’: Romagnoli tocca il pallone in area e Giacomelli fischia un altro rigore, trasformato da Sansone. Pescara in apnea nel finale, Troianiello sfiora il colpaccio ma alla fine esultano solo gli abruzzesi. Almeno per il momento.

Pescara-Sassuolo 3-2

Marcatori: 42’, rig. 77’ G. Sansone; rig. 49’, 58’ Immobile; 61’ Insigne

Pescara: Anania; Balzano, Romagnoli, M. Capuano, Balzano; Nielsen (65’ Gessa), Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile (82’ Maniero), Insigne (86’ Soddimo). (Ragni, Bocchetti, Martin, Konè). All.: Z. Zeman.

Sassuolo: Pomini; Marzoratti, Piccioni, P. Bianco; Gazzola, Magnanelli (72’ T. Bianchi), Valeri, Longhi; Missiroli (62’ Troianiello); Bruno (55’ Cofie), G. Sansone. (Bassi, Consolini, Boakye, E. Marchi). All.: F. Pea.

Arbitro: Giacomelli (Trieste)

Ammonito: Zanon

Espulso: Bianco al 48’ per comportamento non regolamentare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...