Serie B: la Sampdoria sprofonda anche contro il Varese (0-1)

Calcio

Serie B: la Sampdoria sprofonda anche contro il Varese (0-1)

Categoria che vai, beffa che trovi. Dopo essere stata scaraventata in B dal Genoa al termine di un drammatico derby la Samp continua il suo crollo che sembra inarrestabile iniziando nel peggiore dei modi pure il 2012: al Ferraris passa con pieno merito il Varese che pesca il jolly al 91’ con Loris Damonte da Arenzano, prodotto del vivaio rossoblù al primo centro in carriera nella serie cadetta dopo otto presenze. Ma le congiunture astrali si fermano qui perché i blucerchiati hanno ben poco da recriminare: perché nella giornata del tanto sbandierato riscatto va in campo la solita squadra svuotata, del tutto priva di gioco ed idee, che da oggi vede i playout non così lontani (sei punti in attesa del Livorno) seppur paradossalmente i playoff rimangano distanti appena quattro lunghezze.

E’ormai chiaro che la gestione Iachini ha peggiorato la situazione rispetto alla già fallimentare era-Atzori: zero vittorie in sei partite, al momento l’allenatore non rischia anche perché sta condividendo le strategie di mercato ma con all’orizzonte la trasferta di Padova il futuro si fa nerissimo. E certe scelte proprio non convincono: dalla difesa a tre già vista a Pescara fino alla scelta di schierare fuori ruolo (interno) Padalino in luogo di Obiang. E’ innegabile che anche oggi la Samp ha regalato il primo tempo agli avversari, con giocatori regolarmente secondi sul pallone, finendo per essere graziati dagli errori di mira di un Varese tatticamente impeccabile e forse incredulo di tanta manna. Zecchin prima, calciando alto su cross di Neto Pereira e poi lo stesso brasiliano, protagonista di un debole tiro tra le braccia di Romero a tu per tu con il portiere, non hanno concretizzato nei primi 45’ la chiara supremazia biancorossa.

Paradossalmente è stato proprio Juan Antonio, schierato a sorpresa dall’inizio alle spalle di Bertani ma inspiegabilmente sostituito all’intervallo, a fornire le uniche, timide note positive con un paio di inserimenti interessanti. Nel secondo tempo due tiri di Bertani nei primi 20’, di testa ed a giro dai venti metri, hanno illuso una tifoseria peraltro rassegnata ed in contestazione: il Varese è parso accontentarsi, controllando comunque bene il campo ma la differenza l’hanno fatta le sostituzioni. Impalpabile l’apporto fornito da Obiang e Pozzi, subito in partita invece De Luca e soprattutto Carrozza, peraltro in partenza, il cui ingresso ha dato nuova linfa alla squadra di Maran. E proprio l’ala sinistra ha servito su un piatto d’argento a Damonte, altro subentrato da cinque minuti, un assist impossibile da sbagliare, anche grazie al ritardo dei difensori sampdoriani in uscita. L’incubo continua e la via d’uscita al momento è lontanissima.

Sampdoria-Varese 0-1

Marcatore: 91′ Damonte

Sampdoria: Romero; Volta, Rossini, Costa; Rispoli, Padalino (85′ Koman), Palombo, Bentivoglio (61′ Kristicic), Laczko; Juan Antonio (46′ Pozzi); Bertani. (Da Costa, Berardi, Castellini, Piovaccari). All.: G. Iachini.

Varese: Bressan; Pucino, Troest, Terlizzi, Grillo; Nadarevic (72′ Carrozza), Corti, Kurtic, Zecchin; Martinetti (64′ De Luca), Neto Pereira (86′ Damonte). (Milan, Figliomeni, Camisa, Cellini). All.: R. Maran.

Arbitro: Candussio (Cervignano)

Ammoniti: Volta, Troest, Bentivoglio, Zecchin, Padalino e Pucino.

Espulso: Koman all’85’ per gioco violento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...