Serie B: Padova, beffa allo scadere col Varese (1-1)

Calcio

Serie B: Padova, beffa allo scadere col Varese (1-1)

Il Padova si butta via. E la rabbia si moltiplica: ventiquattr’ore dopo la decisione del Giudice Sportivo che ha sottratto i tre punti ottenuti a dicembre contro il Torino, la squadra di Dal Canto si vede beffata all’ultimo minuto dal Varese in una partita delicatissima in chiave playoff, l’unico obiettivo ormai rimasto ai biancoscudati: dopo la sentenza infatti le due squadre erano divise da un solo punto e così rimangono al termine di 90’ non belli ma intensi. Un’incertezza difensiva, l’ennesima commessa in una stagione piena di incertezze, proprio allo scoccare del 90’ toglie ai veneti due punti d’oro destinati forse a fare la differenza anche per tutte le inseguitrici, dal Brescia alla Samp, che tengono il Padova nel mirino. Esce quindi felice il Varese, ridotto in dieci nell’ultimo quarto d’ora eppure indomabile fino al termine: un lancio lungo dalla difesa, la sponda di Plasmati e De Luca che sbuca in mezzo a due difensori padovani e supera Perin gelando l’intero stadio oltre che Dal Canto ed il presidente Cestaro, “immarcabile” in panchina.

Si chiude quindi nel peggiore dei modi una due giorni vissuta in tensione, forse troppa: dai cori contro il Torino ed il Giudice Sportivo prima e durante la gara, fino ad un primo tempo giocato male e sul filo del nervosismo almeno fino al gol di Ruopolo che al 36’ sfiora appena una sponda di Legati su angolo di Bentivoglio.

Una marcatura capace di rovesciare l’esito di un primo tempo quasi tutto varesino: sul fronte del gioco ma soprattutto delle occasioni create da un Varese ottimamente disposto in campo nonostante la sperimentale presenza di Cacciatore in mezzo al campo ma sempre pronto a raddoppiare davanti alla lenta circolazione di palla di un Padova impacciato e confuso. Almeno tre le nitide palle gol fallite dagli ospiti, tutte o quasi su palla ferma con Pucino, che di testa impegna Perin, con Granoche ed al 45’ con De Luca che semina il panico in difesa ma calcia sull’esterno della rete. Ma nella ripresa rientra in campo un Padova finalmente determinato e più aggressivo che pur senza creare grandi pericoli sembrava poter controllare senza problemi la reazione di una squadra sempre propositiva ma via via più stanca e mai pericolosa, soprattutto dopo l’espulsione di Pucino, per doppia ammonizione, giunta un quarto d’ora dopo l’allontanamento per proteste di Maran.

Ma il Varese c’ha sempre creduto giocando anche in dieci con un audace 4-3-2: sforzi e coraggio premiati allo scadere. E che lasciano il Padova sull’orlo di una crisi. Di gioco, di classifica e di nervi.

Padova-Varese 1-1

Marcatori: 36’ Ruopolo; 90’ De Luca

Padova: Perin; G. Donati, Legati, Trevisan, Renzetti; Bovo, Italiano, Cuffa (83’ Marcolini); Bentivoglio; Cacia (67’ Cutolo), Ruopolo (86’ Succi). (Cano, Franco, Portin, Jidayi). All.: A. Dal Canto.

Varese: Bressan; Pucino, Troest, Terlizzi, Grillo; Nadarevic (62’ Plasmati), Cacciatore, Filipe, Zecchin (82’ Lepore); Granoche (75’ Rivas), De Luca. (Moreau, Albertazzi, Camisa, Damonte).

Arbitro: Calvarese (Teramo)

Ammoniti: Pucino, Cacciatore, Trevisan, Grillo e Cuffa.

Espulsi: Maran al 59’ per proteste e Pucino al 75’ per doppia ammonizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche