Serie B: Pescara-show, il Torino s'arrende (2-0) - Notizie.it
Serie B: Pescara-show, il Torino s’arrende (2-0)
Calcio

Serie B: Pescara-show, il Torino s’arrende (2-0)

Semplicemente, non ce n’è. Va al Pescara la super-sfida della 40^ giornata di Serie B, che ha goduto della vetrina delle 18 del sabato, un’ideale anticipazione di quanto si potrebbe vedere tra un anno al piano superiore: la squadra di Zeman regola per 2-0 il Torino ottenendo la quinta vittoria consecutiva e scavalcando in vetta i granata alla classifica con 77 punti contro i 76 dei granata. Ma nonostante la cornice di un Adriatico esaurito e letteralmente impazzito, ancora nessuno in città pensa di avercela fatta almeno fino a martedì sera quando l’incredibile romanzo della Serie B 2012 riporterà in campo tre delle prime quattro impegnate nei recuperi delle partite sospese o rinviate a metà aprile per la morte di Morosini. Il Pescara dovrà rimontare due gol al Livorno nell’ora di gioco rimanente mentre il Toro, prossimo a subire l’aggancio al secondo posto dal Verona, si giocherà la stagione in una notte in casa contro il Sassuolo.

Forse sul campo si è visto meno spettacolo di quanto si potesse immaginare alla vigilia, ma il “demerito” è dello stesso Pescara, capace di mettere in chiaro fin da subito la legge del più forte: condizione atletica devastante, soluzioni offensive come sempre infinite ma soprattutto una mentalità feroce, che porta i ragazzi di Zeman a pressare come forsennati dal 1” di gioco ed a lottare come belve su ogni pallone perso.

Così, sbloccata la partita all’11’ con Insigne, che sfrutta un assist al bacio di Verratti, scatta in posizione regolare ed aggira Benussi in uscita, il Pescara si può pure permettere di abbassare i ritmi, consapevole di poter accelerare quando e come vuole.

Il Torino non è stato a guardare, provando anche a portare avanti qualche buona idea, come quella di non fornire punti di riferimento in attacco per cercare di azionare gli esterni: tra il dire ed il fare però c’è di mezzo uno Stevanovic fuori dalla partita come Antenucci, così ci prova il solo Pasquato che impegna Ragni con due tiri dalla distanza. In pieno recupero Immobile raddoppia di testa su cross di Zanon (Benussi non irreprensibile) ed il gol chiude di fatto i giochi con 45’ di anticipo: nella ripresa infatti la testa dei giocatori va agli impegni di martedì, il Toro ci prova ma senza pungere mentre il Pescara spreca l’impossibile in contropiede con Insigne e Caprari.

Ma per il momento basta così: all’alba potrebbero mancare solo una settimana.

Pescara-Torino 2-0

Marcatori: 11’ Insigne; 47’ p.t. Immobile

Pescara: Ragni; Zanon, Romagnoli, M. Capuano, Bocchetti; Nielsen, Verratti, Cascione (86’ Gessa); Sansovini (80’ Konè), Immobile (71’ Caprari), Insigne. (Cattenari, Balzano, Brosco, Maniero). All.: Z. Zeman.

Torino: Benussi; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Dan. D’Ambrosio; Stevanovic (46’ Surraco), Basha, Iori (75’ De Feudis), Pasquato (64’ Meggiorini); Antenucci, Sgrigna. (Morello, Zavagno, S. Masiello, R. Bianchi). All.: G. Ventura.

Arbitro: Giacomelli (Trieste)

Ammoniti: Capuano, Di Cesare, Zanon e Romagnoli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche