Serie B: tra Sassuolo e Varese vince la tattica (0-0)

Calcio

Serie B: tra Sassuolo e Varese vince la tattica (0-0)

Quattro tiri in porta, tanto gioco a centrocampo ed un arrivederci: difficile pensare che Sassuolo e Varese la prossima stagione si ritrovino in Serie A, più credibile immaginare che la sfida possa rinnovarsi già tra quattro mesi, ai playoff. Perché quello che le due squadre hanno fatto vedere nell’atteso match clou del Braglia, peraltro sprovvisto di un’adeguata cornice di pubblico in uno stadio quasi disinteressato alle imprese dei neroverdi, è che per entrambe il sogno chiamato Serie A potrà durare a lungo. A patto di fare con le piccole quello che è mancato nello scontro diretto dominato dal tatticismo: possesso palla reiterato da entrambe le parti, scarsa aggressività a centrocampo e Sassuolo che conferma i limiti emersi già contro il Torino, quelli di una squadra in difficoltà quando non trova spazi aperti in cui galoppare. Non ha pagato infatti la scelta di Pea di cambiare volto alla sua squadra confermando il 3-4-1-2 visto a Bari: nessun punto di riferimento alla difesa varesina con la coppia Marchi-Sansone e con Missiroli a girare loro attorno ma un centrocampista in meno regalato agli avversari che fanno dell’ordine tattico e delle perfette distanze tra i reparti la loro forza maggiore.

Così il trionfatore della giornata è Rolando Maran che torna a casa con un punto meritatissimo: Bressan infatti si è dovuto sporcare i guanti solo su un paio di tiri dalla distanza di Sansone, uno per tempo, protetto alla perfezione da una linea difensiva implacabile nel disinnescare tanto gli esterni del Sassuolo che il dinamico reparto offensivo.

L’unico torto del Varese allora è stato quello di crederci troppo poco, e soprattutto di cominciare a farlo troppo tardi: l’ultimo quarto d’ora infatti ha visto gli ospiti varcare con convinzione la metacampo sassolese. Prima c’ha pensato il grande ex Martinetti a spaventare Pomini, attento a volare sul tiro dalla distanza dell’attaccante appena entrato poi c’è voluta la traversa a salvare il Sassuolo quando un cross dalla destra di Cacciatore è stato corretto in acrobazia da Nadarevic, altro subentrato. Coraggio tardivo quindi quello di Maran ma l’obiettivo primario è stato centrato: dimostrare che il Varese può ballare al tavolo delle grandi.

Sassuolo-Varese 0-0

Sassuolo: Pomini; Marzoratti, P. Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Valeri, Consolini; Missiroli (79’ Bruno); E. Marchi (67’ Cofie), G. Sansone. (Bassi, Piccioni, Longhi, T. Bianchi, Troianiello). All.: F. Pea.

Varese: Bressan; Cacciatore, Troest, Terlizzi, Grillo; Rivas (66’ Nadarevic), Corti (44’ Filipe), Kurtic, Zecchin; Granoche (75’ Martinetti), Neto Pereira. (Milan, Pucino, Camisa, De Luca). All.: R.

Maran.

Arbitro: Giancola (Vasto)

Ammoniti: Corti, Valeri, Troest, Magnanelli, Cofie e Bianchi (quest’ultimo dalla panchina).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche