Serie B: tutti gli incroci della classifica a 90′ dalla fine COMMENTA  

Serie B: tutti gli incroci della classifica a 90′ dalla fine COMMENTA  

Dall’incertezza assoluta ai verdetti. In una sola giornata, la 41^, la Serie B esaurisce una stagione esaltante ed equilibrata fino alla fine svelando quasi tutti i dubbi di classifica con 90’ d’anticipo. Non solo infatti sono già note le due promozioni dirette, quelle di Torino e Pescara, ma pure il quartetto di formazioni che si contenderanno l’ultima promozione ai playoff è ormai ufficiale. Ed sul fondo classifica le idee sono molto più chiare. Entriamo nel dettaglio.


Play off. Il nome della terza squadra promossa uscirà dai playoff che verranno disputati da Sassuolo, Verona, Varese e Sampdoria. Nulla da fare quindi per il Padova che, crollato a Nocera, aveva visto evaporare nel pomeriggio le residue speranze di agganciare il treno degli spareggi ancor prima della gara della Samp contro il Pescara. Indolore quindi anche il pesante ko subito dal Varese a Verona ma l’ultima giornata dovrà decretare la griglia di partenza ed il conseguente tabellone dei playoff. Difficile pensare ad un cambio della guardia per la terza posizione, quella che nelle precedenti edizioni dei playoff è sempre stata sinonimo di promozione: il Sassuolo, che ha gli stessi punti del Verona vantando però una miglior differenza reti negli scontri diretti rispetto agli scaligeri, sarà di scena a Castellammare di Stabia mentre il Verona chiuderà a Modena. Duplice vittoria in arrivo? Varese e Sampdoria invece si giocheranno la quinta piazza nello scontro diretto: all’Ossola i bosini si presenteranno con un punto di vantaggio, quindi la Samp può solo vincere. Ammesso che non preferisca risparmiare le energie in vista della semifinale in programma già mercoledì 30.


Retrocessione. Nocerina o Vicenza. Una tra queste due squadre accompagnerà in Prima Divisione Gubbio ed Albinoleffe. La classifica però sembra lasciare poche speranze ai molossi nonostante la poderosa rimonta effettuata nel girone di ritorno: la squadra di Auteri sarà infatti di scena a Pescara contro una squadra che non vorrà certo rovinarsi la festa mentre il Vicenza giocherà a Reggio Calabria contro gli amaranto che sembrano ormai in vacanza. I molossi dovranno vincere per scavalcare il Vicenza ma il vantaggio negli scontri diretti regala alla Nocerina una piccola speranza anche in caso di pareggio all’Adriatico e contemporaneo quanto improbabile ko del Vicenza. Fantacalcio?

Play out. Il Vicenza è al centro di una situazione davvero paradossale: teoricamente infatti i biancorossi potrebbero ancora sia disputare il playout che salvarsi senza spareggio (ma l’ipotesi pare al limite dell’irreale) o addirittura retrocedere direttamente da quart’ultima. Andiamo con ordine. Sono tre oltre ai veneti ed alla Nocerina le squadre ancora a rischio-spareggio. Si tratta di Ascoli, Livorno ed Empoli ma i giochi sembrano fatti. Ad Ascoli e Livorno, impegnate rispettivamente in trasferta contro il Padova ed in casa contro il Grosseto, basterà vincere per tirare un sospiro di sollievo mentre l’Empoli sembra condannato al playout: pur battendo in casa il già salvo Cittadella infatti, la squadra di Aglietti, sembra destinata a rimanere in quint’ultima posizione e quindi a giocarsi contro la quart’ultima le speranze di salvezza. L’Empoli può solo sperare in un’improbabile risultato positivo della Reggina contro il Vicenza: in quel caso, infatti, con i veneti a quota 42 e l’Empoli a 47 scatterebbero i cinque punti di distacco tra quart’ultima e quint’ultima che, regolamento alla mano, cancellerebbero il playout ed a retrocedere direttamente sarebbe il Vicenza. Classifica avulsa: impossibile la parità a tre Ascoli-Empoli-Livorno, in caso di parità a due tra Ascoli ed Empoli si salverebbero i toscani con i bianconeri ai playout mentre se finissero pari Ascoli e Livorno a spareggiare sarebbero i labronici. Calcoli forse inutili: Empoli e Vicenza stanno forse già pensando al playout.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*