Serie B: una strana coppia al comando - Notizie.it
Serie B: una strana coppia al comando
Calcio

Serie B: una strana coppia al comando

Due modi diversi ma neppure tanto di essere capoclassifica. Da un lato il calcio totale del Sassuolo, dall’altro quello tutto attacco del Pescara: sono loro a guardare tutti dall’alto dopo tre giornate di ritorno del campionato cadetto. Si è quindi puntualmente verificato il colpo di stato alla vetta della classifica, abbondantemente annunciato dalla difficile trasferta del Torino a Varese oltre che dal momento di appannamento psico-fisico attraversato dall’ex capolista. Al resto c’ha pensato la vena dei neroverdi che non ha risparmiato neppure il Verona: quarta vittoria consecutiva e questa volta non sono servite neppure le reti di Sansone. Così Pea e Zeman, i “grandi nemici” del girone d’andata, si ritrovano non solo uno dietro l’altro ma pure nei panni di favoriti d’obbligo per la promozione diretta: perché classifica a parte nessun’altra squadra oltre alle due battistrada sa portare in rete così tanti uomini e sa offrire lampi di calcio totale.

Si pensi al primo gol del Sassuolo, ideato e portato a termine da due difensori, in una squadra che ha la seconda miglior difesa e che sa colpire come nessuno in contropiede: insomma, piccoli Mourinho crescono.

Dall’altra parte, che dire di un Pescara da lustrarsi gli occhi quando sa tenere ritmi alti e regalare giocate a memoria? Il 2 marzo rendez vous all’Adriatico tra due squadre unite dalla velocità nel verticalizzare la manovra ma separate dalle differenti modalità in cui viene raggiunto l’obiettivo: una partita cui darà uno sguardo anche il Torino, ora scivolato al terzo posto dopo l’ennesimo zero alla casella reti subite, frutto anche del consueto sciupio in attacco: la macchina di Ventura si è inceppata, e la sensazione è che il mercato potrebbe non bastare per rimetterla in moto.

La giornata ha comunque fatto registrare un vistoso calo nelle reti segnate, appena venti, sulla stessa falsariga di sabato scorso: dati cui si farà bene ad abituarsi con il trascorrere delle giornate, quando la posta in palio si farà più pesante, ancor più in un periodo come questo in cui, con il mercato aperto ed equilibri da ritrovare, un punto è spesso meglio di nulla.

Ma nel turno dei tre 0-0, tra cui quello di una Sampdoria salvata dalle imprecisioni del Gubbio, e dei cinque pareggi, si stagliano le vittorie di Brescia e Padova: le rondinelle acuiscono la crisi dell’Empoli, ora terz’ultimo, e con la quinta vittoria di fila della gestione Calori tornano ad un passo dalla zona playoff mentre i biancoscudati giocano male ma vincono il derby contro il Cittadella e si riagganciano al treno della promozione diretta, distante solo quattro punti. In cinque si giocano i primi due posti: ma le prime due hanno qualcosa in più.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

totti
Calcio

Quanti derby ha vinto Totti

22 novembre 2017 di Notizie

Francesco Totti è stato senza dubbio uno delle bandiere più importanti della Roma e del calcio italiano. Scopri quanti derby ha vinto contro la Lazio.