Serie B: Varese travolgente, Vicenza demolito (3-0)

Calcio

Serie B: Varese travolgente, Vicenza demolito (3-0)

Il Varese chiude un ciclo. Ma è prontissimo per riaprirne un altro: dal Vicenza al Vicenza sono quarantatre i punti conquistati in un girone dalla gestione-Maran, un ruolino di marcia da promozione diretta più che da playoff, confermato dal 3-0 con cui i bosini travolgono la squadra di Cagni nell’anticipo della ventinovesima giornata. Un trionfo che vale il sorpasso anche se forse solo momentaneo al Padova in quinta posizione: impossibile ormai nascondersi, un posto agli spareggi è il minimo che questa squadra può rincorrere, nella speranza che il pessimo avvio di stagione sotto la gestione-Carbone non costi caro offuscando l’eccezionale lavoro compiuto da Maran in sei mesi. Sprofonda invece il Vicenza: si allunga a dieci la striscia di partite senza vittoria per i veneti che ora guardano con preoccupazione ai risultati del sabato visto il rischio concreto di entrare definitivamente nella lotta per non retrocedere.

Ma più che il risultato o la sconfitta a preoccupare Cagni (la cui panchina ora vacilla seriamente) è la totale mancanza di reazione dei suoi, letteralmente travolti sotto ogni punto di vista fin dai primi minuti: imbarazzante infatti la differenza di ritmo tra una squadra indiavolata, costantemente in anticipo su tutti i contrasti e capace di giocare a memoria sugli esterni e non solo, ed un’altra totalmente passiva, quasi rassegnata.

Sfiorato il gol dopo pochi minuti con Neto Pereira che calcia sul fondo un cross di Rivas, il Varese ha vita facile dalla trequarti in su: una volta superata la prima linea del pressing vicentino, infatti, i quattro giocatori offensivi di Maran fanno ciò che vogliono tra tagli sulle fasce e cross perfetti di fronte ad una squadra senza idee eccetto il lancio lungo per il solissimo Abbruscato, soluzione che taglia fuori dal gioco Pinardi. Eppure il gol arriva quasi a sorpresa, al 28’, subito dopo la mossa tattica di Maran che sposta in mezzo Zecchin alle spalle del duo d’attacco: e proprio l’ex ala del Padova sblocca con un bell’esterno sinistro su assist dello scatenato Neto Pereira, capace di inventare calcio per 70’.

E’ un colpo durissimo per il Vicenza costretto dieci minuti dopo a chinare il capo davanti all’euro-gol di Kurtic che dai trenta metri fulmina Frison con un destro da favola proprio sotto l’incrocio.

Nella ripresa il Vicenza prova a reagire: Cagni s’inventa Pisano mezzala ma dopo un buon inizio Rivas prima e Nadarevic poi sfiorano il tris in contropiede, svelando la coperta corta dei vicentini. Il Varese quindi torna in pieno controllo della gara e chiude i conti allo scadere con Cacciatore, che riprende una respinta di Frison su colpo di testa di Martinetti. Ma la festa è appena cominciata…

Varese-Vicenza 3-0

Marcatori: 28’ Zecchin; 39’ Kurtic; 89’ Cacciatore

Varese: Bressan; Cacciatore, Terlizzi, Troest, Grillo; Rivas (57’ Nadarevic), Kurtic, Filipe, Zecchin; Granoche (92’ De Luca), Neto Pereira (72’ Martinetti). (Moreau, Pucino, Camisa, Plasmati). All.: R. Maran.

Vicenza: Frison; Tonucci, Zanchi, D. Martinelli, Giani (xx’ M. Paolucci); Gavazzi, Botta (8’ N. Rigoni), Soligo (46’ M. Pisano), Maiorino; Pinardi; Abbruscato. (Pinsoglio, Bastrini, Brighenti, Baclet). All.: L. Cagni.

Arbitro: Palazzino (Ciampino)

Ammoniti: Rigoni, Soligo, Martinelli, Pisano, Zanchi, Terlizzi e Tonucci.

Espulso: Tonucci all’87’ per doppia ammonizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche