Serie B: Verona, folle rimonta sul Modena. Vetta ad un passo - Notizie.it

Serie B: Verona, folle rimonta sul Modena. Vetta ad un passo

Calcio

Serie B: Verona, folle rimonta sul Modena. Vetta ad un passo

Indizi riguardo al fatto che per il Verona questa sia un’annata magica ce n’erano già stati, ma ora anche gli scettici e gli scaramantici dovranno fare i conti con la realtà: perché se si vincono partite come quella contro il Modena allora il bello deve ancora venire, anche grazie al favore degli astri, magari gli stessi che hanno telecomandato in porta il pallone con cui Matthias Lepiller, 22 anni, prodotto del vivaio della Fiorentina, all’esordio assoluto in B, dà il via ad una pazza rimonta. Pur dopo una delle prestazioni più brutte della stagione l’Hellas ribalta il risultato negli ultimi cinque minuti e, grazie alla nona vittoria nelle ultime dieci partite, non solo mantiene il secondo posto ma si porta a meno uno dalla capolista Torino, il tutto a dieci giorni dalla trasferta-verità in casa del Pescara. Prima, però, gita-premio all’Olimpico per la Coppa Italia contro la Lazio.

Più che giustificata allora la gioia sfrenata con cui Mandorlini ha festeggiato una vittoria insperata, alla luce di 85’ mal giocati da una squadra che sembrava ancora rimasta alla grigia prestazione di metà dicembre a Varese.

Il Modena di Cuttone quindi si ritrova con un pugno di mosche in mano, a recriminare su una partita giocata meglio per un tempo, quello chiuso col vantaggio firmato Greco su rigore (fallo di Scaglia sul neo-acquisto Signori) e poi gestita con coraggio ed intelligenza nella ripresa, durante la quale i canarini hanno sfiorato un paio di volte il raddoppio con Stanco. Ma nel finale si è spenta la luce: Di Gennaro esce stremato, Stanco ha finito le cartucce e la squadra arretra troppo lasciando troppo campo agli attacchi peraltro sterili e confusi dell’Hellas. Non paga la scelta di Mandorlini di passare al 4-3-3 perché nonostante una partita dignitosa di D’Alessandro la squadra s’intestardisce a giocare per vie centrali producendo poco o nulla davanti.

Nella ripresa il tecnico veneto cambia le carte: prima Pichlmann e Bjelanovic per un 4-3-1-2 molto fisico e poi il guizzante Lepiller.

Il 4-2-4 funziona: l’1-1 arriva proprio per merito dell’ex fiorentino che chiude in rete di destro su cross di Cangi mentre due minuti dopo l’azione della vittoria è oltremodo confusa. Lancio lungo dalla difesa, sponda di Pichlmann, la palla è un flipper ed arriva dalle parti di Gomez che va sul pallone insieme a Perna. Guardalben è battuto, Cuttone incredulo. Più o meno come l’intero Bentegodi, che non smette di sognare.

Verona-Modena 2-1

Marcatori: 35’ rig. Greco; 86’ Lepiller; 88’ Gomez

Verona: Rafael; Cangi, Mareco, Ceccarelli, M. Scaglia; Jorginho (83’ Lepiller), Tachtsidis, Hallfredsson; Gomez, N. Ferrari (61’ Bjelanovic), Mar. D’Alessandro (61’ Pichlmann). (Hu, Natalino, Esposito, Russo). All.: A. Mandorlini.

Modena: Guardalben; Nardini, A. Perna, Carini, Milani (78’ Diagouraga); Ciaramitaro, Petre (81’ Gilioli), Signori; Di Gennaro (73’ D. Dalla Bona); Greco, Stanco. (Fortunato, Ricchi, Rullo, Spezzani). All.: A. Cuttone.

Arbitro: Irrati (Pistoia)

Ammoniti: Tachtsidis, Scaglia e Dalla Bona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche