Serie A 35esima giornata: le partite e i pronostici

Sport

Serie A 35esima giornata: le partite e i pronostici

Serie A Rastelli
Serie A 35esima giornata: le partite e i pronostici

Serie A che manda in campo le squadre per la quart'ultima giornata della stagione. Importante il derby della mole ma anche la sfida di Milano.

Serie A che presenta la 35esima giornata di una stagione che va a concludersi. Questo weekend vedrà la disputa delle partite solamente in due giorni. Sfide interessanti sia per la zona europea ma anche per la lotta per la salvezza.

L’apertura è dedicata al Napoli che ospiterà al San Paolo (domani, ore 18) un tranquillo Cagliari. I partenopei sono in corsa per la piazza d’onore e non vogliono lasciare nulla d’intentato pur di raggiungerla. Sull’altro fronte mister Rastelli può contare su una classifica che non desta preoccupazioni. Sarri non potrà contare sullo squalificato Koulibaly. Pronostico tutto a favore degli azzurri di casa.

Una delle gare più importanti dell’intera stagione è certamente il Derby della Mole (si gioca domani sera alle ore 20.45). Juventus-Torino si affrontano soprattutto per il predominio cittadino visto che i bianconeri sono praticamente già certi di fregiarsi dello scudetto mentre i granata non nutrono più alcuna ambizione.

Tra l’altro la stracittadina giunge quest’anno a pochi giorni dalla commemorazione della tragedia di Superga. Allo Stadium, Allegri farà turn over. Probabilmente in porta ci sarà Neto mentre andranno in panchina Bonucci, Chiellini e Marchisio. Mihajlovic si affida alla migliore formazione possibile con il “Gallo” Belotti pronto ad incornare gli avversari. Delicato il pronostico anche se la Vecchia Signora appare favorita se non altro per l’impianto organizzativo presente in essa.

Il lunch match domenicale riporterà in auge la squadra rivelazione del campionato 2016/2017. Parliamo ovviamente dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini che giocherà al Dacia Arena di Udine contro una tranquilla Udinese. La Dea si gioca il quinto posto con un occhio anche al quarto seppure difficilmente raggiungibile a causa del cammino della Lazio che non sembra perdere colpi. L’ex allenatore del Genoa non potrà contare su due elementi portanti della squadra come Conti e Freuler, entrambi squalificati.

Bello il confronto a distanza tra i centravanti Duvan Zapata e Petagna. Orobici favoriti per il successo finale anche se i friulani venderanno sicuramente cara la pelle.

Sono sei gli incontri che si disputeranno al canonico orario domenicale delle 15. Lotta salvezza in primo piano ma anche uno che riguarda la parte alta della graduatoria. Parliamo di Lazio-Sampdoria. I romani sono al settimo cielo dopo la vittoria nel derby della capitale, sono quarti e non vogliono assolutamente mollare la presa. Sull’altro fronte i problemi non mancano. Schick e Budimir in settimana hanno lavorato poco e quindi sono in dubbio nella squadra di mister Giampaolo. Inzaghi invece non potrà contare sullo squalificato Parolo. Biancocelesti che possono vantare maggiori chances di vittoria finale, blucerchiati che sembrano predestinati alla sconfitta.

Nella lotta per evitare il terzultimo posto sono inguaiate tre squadre: il Genoa, l‘Empoli e il Crotone. Tutte e tre giocheranno in concomitanza. I liguri ospiteranno l’Inter dopo una settimana di ritiro in quel di Acqui Terme e dopo le parole di fuoco del presidente Enrico Preziosi. I nerazzurri, dal canto loro, non stanno attraversando un ottimo momento di forma, ma possono contare sempre su un grande attaccante quale è Icardi. Juric non potrà contare sugli squalificati Laxalt, Pinilla e Izzo oltre all’infortunato Perin. Probabile che debba utilizzare Beghetto dal primo minuto. Il pareggio appare il risultato più logico.

I toscani giocheranno contro il Bologna. La squadra di Martusciello deve assolutamente vincere per non subire la rimonta di chi sta dietro. Attenzione però, perché talvolta Pucciarelli e soci mancano proprio nelle sfide decisive (vedi l’ultima gara interna contro il Sassuolo). Sull’altro fronte Roberto Donadoni punta sull’estro realizzativo di Mattia Destro. Empoli favorito per la vittoria finale ma non ci stupiremmo se uscisse il segno ics.

Delle squadre a rischio l’unica che gioca in trasferta è il Crotone. Ma, sulla carta, si tratta di una gara abbordabilissima visto che sarà di scena all’Adriatico contro il Pescara che è già retrocesso. La voglia dei calabresi di mantenere la categoria è altissima. I successi contro Inter e Sampdoria, oltre al pareggio contro il Milan, hanno alimentato questa prerogativa. In Abruzzo, Davide Nicola però non potrà contare sull’uomo più importante dell’attacco, quel Falcinelli che spesso ha tolto le castagne dal fuoco. Il pronostico, nonostante la pesante assenza, è completamente dalla parte dei calabresi.

Le ultime due sfide pomeridiane mettono di fronte quattro squadre tutto sommato tranquille. Probabilmente la Fiorentina in trasferta a Reggio Emilia contro il Sassuolo nutre ancora la possibilità di agguantare il sesto posto. Visto l’andamento lento delle milanesi l’obiettivo non appare del tutto improbabile. Per agguantarlo però occorrerà vincere il più possibile da qui alla fine. Emiliani tranquilli dopo una stagione non certo brillante. Il pareggio appare il risultato più probabile di questa sfida.

Chievo-Palermo è partita assolutamente senza ambizione per le due formazioni. I veneti hanno frenato la sequela di sconfitte consecutive domenica scorsa mentre i siciliani stanno apprestandosi ad abbandonare la categoria. L’assenza più importante è quella di Nestorovski, unico giocatore dei rosa-nero messosi in luce in questa disgraziata stagione. Due i giocatori sui quali non potrà contare mister Maran, Gobbi e Depaoli. Clivensi favoriti per la vittoria finale.

Domenica sera (ore 20.45) al Peppino Meazza in San Siro si giocherà Milan-Roma. In ballo il sesto posto per i lombardi e il secondo per i giallorossi. Montella e Spalletti arrivano da una settimana molto chiacchierata, vuoi per il campo che per le problematiche societarie. Assente il milanista Kucka e i romanisti Rudiger e Strootman, tutti fermati dal Giudice Sportivo. Bello il duello in attacco tra il locale Bacca e l’ospite Dzeko. Sulla carta è sfida da tripla ma a nostro parere il pareggio appare il risultato più logico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche