Servizio sanitario nazionale, nuovi ticket a carico dei cittadini

News

Servizio sanitario nazionale, nuovi ticket a carico dei cittadini

La riforma del servizio sanitario nazionale, che la ministra Beatrice Lorenzin sta portando avanti con, tutto sommato, minore fatica rispetto a quella di altri suoi colleghi, sta iniziando a delinearsi per tutto quanto concerne le ricadute sui cittadini.


Sembra perfino superfluo dirlo, perché l’attesa popolare era tutta per i nuovi costi, e, infatti, così è stato. Per ora non si parla ancora di misure definitive e ufficiali, ma l’intenzione del ministero appare in modo molto chiaro: stop alla sovvenzione statale per tutto un lungo elenco di esami diagnostici (si parla di circa 180 esami, al momento), il cui costo sarà, nel prossimo futuro, per intero a carico dei cittadini, tramite il pagamento dei ticket.

Esami “inappropriati”, dicono dal ministero, evidenziando il malcostume dei medici che, per cattiva abitudine, tendono a prescrivere controlli non necessari né con riferimento al quadro clinico dei pazienti, né con riferimento alle possibilità di pervenire a una corretta diagnosi.

Test genetici, risonanze, tac e test allergologici (in effetti molto in voga, di recente), ma pure alcuni esami generici a basso costo (i comuni esami del sangue, per i quali si propongono condizioni di erogabilità rigide da parte del servizio sanitario nazionale) e le cure odontoiatriche, garantite solo ai minori di 14 anni e a soggetti in particolari condizioni economiche o sociali.

Tutto assieme, perciò, fra misure ragionevoli e tagli che, di regola, sembrano non avere altra giustificazione se non quella di garantire una riduzione dei costi.

A pesare, nel quadro generale del comportamento dei medici, c’è anche il timore delle sempre più diffuse cause civili, che in qualche modo spinge i dottori a prescrivere ogni esame, in maniera da non poter essere tacciati di negligenza.
Un problema complesso dal quale emerge una considerazione che è nitida quanto il risultato di un’operazione elementare come una somma: il servizio sanitario nazionale, che da anni obbliga milioni di cittadini a ricorrere alle cliniche private per superare i problemi delle liste di attesa infinite e del basso livello di molte prestazioni offerte (oltre alla tremenda disuguaglianza fra gli ospedali sul territorio nazionale), ammette la propria inefficienza e riduce la propria, chiamiamola così, offerta di mercato. Peccato che tutta questa inappropriatezza sia stata, finora, pagata come se si trattasse di una inappuntabile efficienza.

1 Commento su Servizio sanitario nazionale, nuovi ticket a carico dei cittadini

  1. Per fortuna che Renzi aveva dichiarato che non ci sarebbero stati aumenti nelle tasse, ma bensì diminuzioni. E questi nuovi ticket cosa sarebbero?
    Nuove tasse sotto altra forma, ma sempre tasse sono…

1 Trackback & Pingback

  1. Servizio sanitario nazionale, nuovi ticket a carico dei cittadini | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...