Fa sesso con la figlia adolescente: "Cercavo conforto dopo la separazione"

Fa sesso con la figlia adolescente: “Cercavo conforto dopo la separazione”

Cronaca

Fa sesso con la figlia adolescente: “Cercavo conforto dopo la separazione”

Uomo di 44 anni, australiano, abusa sessualmente della figlia adolescente per 3 anni. Viene condannato a 13 anni e mezzo di carcere

In Australia, dalla città di Kununurra, un uomo è stato condannato a 13 anni e mezzo di reclusione per aver abusato della figlia adolescente. Per tre anni, dal 2013 fino all’anno scorso, il padre ha costretto la figlia ad avere rapporti sessuali con lui per trovare un po’ di “conforto” dopo che la compagna lo aveva lasciata. E’ stato accusato anche di possedere materiale pedopornografico.

Condannato a 13 anni e mezzo di carcere per aver abusato della figlia

Notizia di una triste vicenda giunge dall’Australia, dalla città di Kununurra. Un uomo di 44 anni sarebbe stato condannato a più di tredici anni di carcere per aver abusato ripetutamente, per tre anni, della figlia appena adolescente. Dopo la separazione dalla compagna, l’uomo avrebbe cercato “conforto” nella ragazza, costretta ad avere rapporti sessuali con lui.

L’incubo dell’adolescente è finalmente terminato, ma nulla potrà cancellare dalla sua memoria e dalla sua mente le numerose violenze che ha subito forzatamente e che l’hanno segnata, ormai, per sempre.

L’uomo è stato dichiarato colpevole di dieci capi di imputazione, tra cui abusi sessuali e possesso di materiale pedopornografico. A quanto pare, è stato trovato in casa sua anche un video che ritraeva il condannato mentre aveva rapporti con la figlia.

L’uomo ha tentato di difendersi, sostenendo di non aver mai forzato la figlia a fare nulla del genere, ma di ciò non ci sarebbe alcuna prova. Le violenze sono perdurate per molto tempo e sono finite solo l’anno scorso, quando le autorità hanno ricevuto una segnalazione anonima sul 44enne. Dopo aver dato inizio alle indagini, hanno scoperto che l’uomo abusava sessualmente della figlia e lo hanno arrestato.

L’identità del condannato è stata mantenuta segreta per salvaguardare il benessere della ragazza, che non ha ancora superato lo choc causato dalle continue molestie.

Le parole del giudice

A condannarlo, è stato il giudice Philip Eaton, che si è anche permesso di tuonare contro l’uomo, per cercare di fargli comprendere la gravità del suo gesto e gli effetti che questo avrà sul futuro e sulla salute della figlia.

Quello che hai fatto avrà un impatto sull’intera esistenza di tua figlia.

Hai sottoposto tua figlia ai tuoi desideri sessuali per gratificarti. Hai ignorato i tuoi obblighi come genitore e quello che le hai fatto avrà un impatto sulla sua intera esistenza. Dovevi essere una persona di riferimento per lei e invece sei stato solo egoista. Hai detto che stavi cercando conforto in seguito alla crisi familiare, ma questo non rientra nella normalità del tuo ruolo. Sei il padre e tu hai abusato di tua figlia, facendola diventare la tua partner sessuale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche