Sesso in cambio di favori, nuove pesanti accuse sul sindaco di Portoscuso

Sardegna

Sesso in cambio di favori, nuove pesanti accuse sul sindaco di Portoscuso


Si aggrava notevolmente la posizione dell’ormai ex sindaco di Portoscuso, Adriano Puddu, arrestato qualche giorno fa nell’ambito dell’inchiesta sull’eolico nel territorio del paese sulcitano.

Puddu, attualmente nel carcere di Buoncammino, continua a dirsi innocente e a negare ogni tipo di accusa. Una vicenda di presunta corruzione che riguarda i terreni sui quali la Portovesme srl intende realizzare un impianto eolico. Per concedere le autorizzazioni il sindaco avrebbe accettato denaro e nella sua casa sono stati trovati diecimila euro, sequestrati dagli uomini della guardia forestale.

Ma l’inchiesta si sta allargando e ora sembra profilarsi anche un giro di sesso a pagamento in cambio di sussidi dai servizi sociali comunali, che vedono sempre coinvolto l’ex sindaco accusato di minacciare le donne dell’esclusione dalle liste comunali per i sussidi se non fossero andate a letto con lui. Inoltre Puddu, secondo l’accusa, avrebbe fornito loro anche inviti a cena, regali e altri favori.

Nel giro, sarebbero coinvolti anche alcuni professionisti e addirittura un sacerdote.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*