Sesso orale non è peccato se si pensa a Gesù COMMENTA  

Sesso orale non è peccato se si pensa a Gesù COMMENTA  

1

Praticare sesso orale non sarebbe peccato purchè mentre lo si fa si pensi a Gesù. Almeno secondo l’arcivescovo di Granada Francisco Javier Martinez, che si è lanciato in una dichiarazione che ha messo in imbarazzo la Chiesa spagnola: “Donne, praticate il sesso orale a vostro marito ogni volta che ve lo chiede.

Ricordatevi che non è peccato se quando lo si fa si pensa a Gesù”, ha detto l’arcivescovo, scatenando scalpore e un’ondata di polemiche. Non è peraltro la prima volta che Martinez si lascia andare a dichiarazioni estreme: durante un’omelia nel 2009, arrivò a paragonare l’abordo a un “genocidio silenzioso” mentre nel 2007 venne addirittura condannato per intimidazioni nei confronti di un prete locale.

E la sua ultima uscita sul sesso orale, non è certamente passata inosservata.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*