Sette ragioni per cui emettere peti fa bene alla salute - Notizie.it

Sette ragioni per cui emettere peti fa bene alla salute

Curiosità

Sette ragioni per cui emettere peti fa bene alla salute

I peti sono indiscutibilmente sgradevoli e imbarazzanti, sia quando si emettono che quando se ne deve parlare, ma ci sono anche sette ragioni per cui fanno bene alla salute, fatto su cui è bene riflettere senza vergogna, perché poggia su delle basi scientifiche. Innanzitutto, l’emissione di gas da parte del corpo, con odori più o meno forti e cattivi e magari rumori, è utile per capire che qualcosa non va nel nostro intestino e che, se quel malessere non passa, è bene consultare il medico.

Peti

in secondo luogo i peti riducono il gonfiore della pancia e, dopo averli fatti, ci si sente onestamente più leggeri, “liberati” – perché, quando produce gas, per esempio dopo aver mal digerito un pasto particolarmente sostanzioso che ci ha resi sazi, l’intestino elimina anche l’acqua in eccesso presente nel corpo –.

Gonfiore

In terzo luogo, in base a quanto si leggeva su un numero del 2014 del Medicinal Chemistry Communications, il giornale ufficiale della Federazione Europea della Chimica Medicinale, emettere del gas protegge l’organismo addirittura da determinate malattie gravi: ciò è possibile grazie alla presenza di solfuro di idrogeno – o acido solfidrico o idrogeno solforato –, il quale non è altro che quella sostanza chimica che in parole povere fa puzzare così sgradevolmente le flatulenze – facendo assumere loro il tipico odore di zolfo, di uova marce, per intenderci –. Se è in eccesso, il solfuro di idrogeno può essere tossico, nocivo, altrimenti può essere utile a proteggere le cellule e persino a prevenire infarti o ictus, per quanto l’esistenza di un legame tra tali fenomeni sia difficile da immaginare.

puzza-generico

La quarta ragione per cui i peti sono importanti per la salute, è che ci mandano dei segnali per capire se abbiamo un’alimentazione più o meno corretta.

Infatti ci sono alimenti che producono gas, il cui eccesso o scarsezza significano che mangiamo troppo o troppo poco qualcosa. Ad esempio, se emettiamo poca aria, significa che la nostra dieta necessita di una maggiore quantità di fibre, perciò dobbiamo nutrirci per esempio di cereali, di verdure a foglia verde come l’insalata e di lenticchie, alimenti che ne contengono molte. Invece, mangiare troppa carne rossa, determinerà peti dall’odore particolarmente cattivo.

DIETA_MEDITERRANEA_ITALIA

Insomma, essi sono indice di buona o cattiva digestione: se è buona – quinta ragione per cui emettere peti fa bene alla salute –, l’intestino lavora di più e con esso lavorano di più i “batteri buoni” che contiene – e quindi produce anche maggiore quantità di gas, sebbene non in modo eccessivo –.

Batteri (1)

Per quanto detto, è meglio, se è possibile, non trattenere per troppo tempo i peti, allo scopo di evitare danni all’attività intestinale e ovviamente rimediare ad eventuali, dolorosi crampi alla pancia – sesta ragione –.

Colon

Infine – e siamo arrivati alla settima ed ultima ragione, che di fatto ne riprende altre già dette –, se è possibile non trattenere i peti – magari perché siamo da soli, in una stanza da bagno o comunque in un luogo appartato in cui è “consentito” emetterli senza rischiare di essere accusati di maleducati –, non bisogna crearsi problemi a non farlo, perché si tratta di una questione di benessere (psico)fisico.

intestino-sano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche