Settore apistico: l’Ue non decide sul divieto d’uso dei neonicotinoidi

Attualità

Settore apistico: l’Ue non decide sul divieto d’uso dei neonicotinoidi

L’Unione Europea non approva il divieto d’uso dei neonicotinoidi: il Comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali non è riuscito a raggiungere una maggioranza qualificata sulla proposta di bandire l’uso dei neonicotinoidi negli insetticidi. Hanno votato a favore 13 paesi, tra i quali Italia, Francia, Polonia, Belgio, Slovenia, Olanda e Spagna, mentre nove hanno votato contro, tra gli altri: Ungheria, Romania e Finlandia. Cinque paesi (tra cui Germania, Bulgaria e Gran Bretagna) si sono astenuti.
La Commissione europea può ora rivolgersi ad un “Comitato d’appello”, probabilmente con alcune modifiche, per cercare di raggiungere il consenso di una maggioranza di stati membri. In Italia inoltre, dove da quattro anni vige una normativa nazionale di cautela rispetto all’uso di quei principi attivi, è in vigore un regime sospensivo fino al giugno 2013, in attesa che si faccia chiarezza a livello europeo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche