Severino lancia l’idea: impiegare i detenuti per la ricostruzione post terremoto dell’Emilia COMMENTA  

Severino lancia l’idea: impiegare i detenuti per la ricostruzione post terremoto dell’Emilia COMMENTA  

Il Guardasigilli Severino, in visita presso il carcere della Dozza a Bologna, ha lanciato una proposta che sarà certamente fonte di dibattito. L’idea del ministro è quella d’impiegare i detenuti nelle opere di ricostruzione delle zone del modenese colpite dal recente sisma. L’iniziativa coinvolgerebbe detenuti non pericolosi e già in regime di semilibertà. Così facendo, secondo Severino, la popolazione carceraria coinvolta nel progetto si sentirebbe utile e, al tempo stesso apparirebbe utile alle persone colpite dal sisma.

2 Commenti su Severino lancia l’idea: impiegare i detenuti per la ricostruzione post terremoto dell’Emilia

  1. Io consiglierei in oltre alla popolazione dei terremotati, di stoccare in qualche posto tutti i mattoni delle torri, chiese, e tutti i monumenti, per un futuro possibile per ricostruire quanto è stato perduto. Stare inattivi deprime lo spirito e il fisico. Secondo me impegnarsi in questo modo potrebbe dare benefici a tutti. E l'orgoglio domani di dire anch'io c'ero quando è stato fatto tutto questo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*