Shepard Fairey, di nuovo nei guai

Cultura

Shepard Fairey, di nuovo nei guai

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La notizia è di pochi giorni fa. Shepard Fairey (Obey Giant), artista e illustratore statunitense, definito come uno dei più noti esponenti dell’arte di strada, rinomato per essere stato l’autore dell’iconico poster “Hope, nel quale era visibile il volto stilizzato di Barack Obama in quadricromia, diventato l’icona della campagna elettorale che ha poi portato il rappresentante democratico alla Casa Bianca nel 2008, è finito nuovamente nei guai con la legge per atti di vandalismo contro l’arte urbana. L’artista avrebbe di fatto applicato degli stickers per realizzare i suoi murales senza il permesso dei proprietari, in alcuni edifici di Detroit. Non è la prima volta che l’artista è stato chiamato a difendersi per aver deturpato proprietà pubbliche e che rischia la galera, questa sarebbe la sedicesima volta. Ora dovrà difendersi dalle accuse e spiegare le sue motivazioni.

Fonte Foto: brooklyn-street-art

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

pillar-capitals-2367488_960_720
Storia

I tre ordini architettonici greci

22 agosto 2017 di Notizie
Gli ordini architettonici  sono la più grande invenzione introdotta dai Greci nell'arte della costruzione. Tale invenzione risponde principalmente all'esigenza di eliminare qualsiasi forma di casualità nella realizzazione di un edificio.