Shoah per non dimenticare… COMMENTA  

Shoah per non dimenticare… COMMENTA  

E mentre in politica c’è chi – in modo agghiacciante e del tutto non condivisibile a mio modesto parere – afferma per l’ennesima volta che le leggi razziali sono l’unica cosa errata emanata da Mussolini, siamo qui ad un ennesimo 27 gennaio, giorno della memoria. La shoah (letteralmente, distruzione) per non dimenticare. Mi piace condividere con voi questo importantissimo anniversario, rinnovandone la memoria perché cose simili non debbano mai più accadere e le nuove generazioni debbano sapere.


Mi piace farlo con un dialogo estratto dal film la vita e bella, che ci fa capire come, al di là della realtà oggettiva, ciò che noi estrapoliamo da essa può avere più chiavi interpretative e più modi di essere spiegata ai più giovani e ai bambini.


Penserete che sono impazzita: spiegare tanto dolore e tanto odio a un bambino?

Ok, i bambini sono le generazioni influenti di domani. Noi, in quanto adulti o giovani adulti, siamo responsabili della loro educazione e quindi della lor possibilità di creare un domani in cui tutti possano convivere armoniosamente, rispettandosi l’un l’altro.


Perciò, guardate il film insieme ai vostri bambini e rispondete alle loro domande, chiamando le cose col loro nome, non è tendendoli lontani dalla comprensione de dolore che li si aiuta a restare forti di fronte ai dolori della vita.

L'articolo prosegue subito dopo


Ecco il link del dialogo di cui vi parlavo

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=553235728019869&set=a.219677688042343.65657.219673801376065&type=1&theater

E il link del trailer de “La vita è bella” buona visione 😉 e buona giornata della memoria a tutti!

trailer la vita è bella

 

 

 

Leggi anche

About Paola Pinto 33 Articoli
Ho trent'anni, adoro il rosso, dipingere, parlare e raccontare storie, spiegare le cose ai più piccoli e a tutte le persone curiose di apprendere. sono psicologa, psicoterapeuta in formazione e dottoranda in scienze dell'educazione. Lavoro con bambini e adolescenti, soprattutto con quelli che hanno problemi a scuola per difficoltà e disturbi dell'apprendimento e problemi a socializzare con i coetanei. se vuoi saperne di più, sul mio lavoro e sui miei articoli contattami: paolapinto6@gmail.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*