Shoppers sequestrati in Piemonte, 80 tonnellate di plastica COMMENTA  

Shoppers sequestrati in Piemonte, 80 tonnellate di plastica COMMENTA  

shoppers sequestrati
I Carabinieri di Torino hanno sequestrato 80 tonnellate di buste di plastica

Shoppers sequestrati in Piemonte per un totale di 80 tonnellate: violavano la normativa ambientale perché ancora realizzati in plastica.

Gli shoppers sequestrati dal Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Torino perché non conformi alla normativa sarebbero 80 tonnellate, per un valore complessivo vicino al mezzo milione di euro. 100 mila euro di multe ai distributori controllati.


Shoppers sequestrati perché in plastica, non conformi alla norma

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Torino, sotto il coordinamento del capitano Vittorio Balbo, hanno proceduto al sequestro di quasi 80 tonnellate di shoppers non biodegradabili, buste della spesa ancora realizzate in plastica, nel corso di una campagna di controlli presso 14 distributori all’ingrosso fra il savonese e la zona di Torino. Per 11 di loro sono state rilevate delle irregolarità e i militari hanno comminato multe per la somma complessiva di 100 mila euro, oltre al sequestro della merce.


Danno ambientale e economico

Gli shoppers sequestrati sono vietati dall’attuale legislazione italiana, risalente al 2014, a sua volta recepimento di una direttiva europea di 4 anni fa. Il loro valore è molto più basso dei loro equivalenti biodegradabili (circa un decimo del prezzo) ma, trattandosi di un quantitativo enorme, si stima che la merce valga comunque circa mezzo milione di euro. La distribuzione di shoppers non conformi alla norma, ovvero non prodotti a partire da materiale vegetale, rappresenta un danno enorme per l’ambiente in quanto la merce sequestrata impiegherebbe decenni a degradarsi. Inoltre, data la grande differenza di costi di produzione, si evidenzia anche un problema di tipo economico, legato a una potenziale situazione di concorrenza impari.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*