Si allena in palestra ma la protesi ai glutei esplode: Serena rischia la vita a 27 anni COMMENTA  

Si allena in palestra ma la protesi ai glutei esplode: Serena rischia la vita a 27 anni COMMENTA  

Si allena facendo squat in palestra per migliorare il lato b da cui è ossessionata ma poi la corsa in ospedale. Serena Beuford, 27 anni, è dovuta correre d’urgenza in ospedale dopo un allenamento in palestra perchè uno degli impianti sul suo sedere è esploso metre faceva esercizio fisico.

Leggi anche: “Se non fai sesso con me pubblico le tue foto hot”: arrestato per stupro


La ragazza è in gravissime condizioni, secondo quanto riportato dal giornale locale è andata in coma, a causa della rottura di una delle sue protesi sulle natiche.

Leggi anche: Bidello addormenta uno studente per violentarlo. Sul cellulare trovati sms hard agli alunni

La ragazza si era fatta operare in una clinica economica, dove probabilmente medici, condizioni igieniche e materie utilizzate non erano a norma. 

L’unico desiderio di Serena era avere un lato b da favola e diventare una star su Instagram.

L’operazione, gli esercizi fisici, tutto era finalizzato a diventare una diva. Ora lotta tra la vita e la morte con il materiale della protesi che potrebbe avergli causato dei danni permanenti scoppiando ed diffondendosi tra muscolo e sangue.

Leggi anche

donald trump
Esteri

Cos’è successo di preciso fra Donald Trump, Taiwan e la Cina

Donald Trump si muove, secondo alcuni, come l’elefante nel negozio di cristalli. Il nuovo presidente USA già al centro di un caso diplomatico. Il neo eletto 45 esimo presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump ha già fatto infuriare la Cina. Non ancora insediato alla Casa Bianca (lo sarà a partire dalla metà del prossimo mese di gennaio), il tycoon sembrerebbe essere incappato in una gaffe diplomatica. O forse, come evidenziano alcuni commentatori, non si è trattato di una gaffe, ma di un comportamento cercato e voluto: di una provocazione ai danni di Pechino. La questione è molto semplice. Donald Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*