Si allenta la tensione sui titoli di stato italiani

Economia

Si allenta la tensione sui titoli di stato italiani

Una veduta della Borsa
Una veduta della Borsa

Finalmente accenna a diminuire la tensione sui titoli di stato italiani. Il differenziale tra Bund e Btp, è sceso a 475 punti base, il decennale offre un rendimento deil 6,627%, il quinquennale il 5,693% e il biennale il 4,037%. A contribuire all’allentamento in questione, è il successo dell’asta Bot: il Tesoro ha infatti collocato tutti gli 8,5 miliardi di Bot a 12 mesi (gennaio 2013) nell’asta di oggi con rendimenti che sono andati in picchiata al 2,735% dal 5,952% dell’ultima asta. Sono stati inoltre collocati 3,5 miliardi di Bot semestrali con il tasso anche esso in forte calo all’1,644% dal precedente 3,251%. E’ anche una risposta dei mercati finanziari all’incontro di ieri tra Mario Monti e Angela Merkel, nel corso del quale la Cancelliera aveva avuto parole di elogio non solo formali per gli sforzi fatti dall’Italia sulla via del risanamento.

Uno dei risultati di questo vertice, che ha fatto parlare di vittoria diplomatica per il Premier, è stato in particolare l’importante dichiarazione della Merkel, che si è detta disposta a incrementare la dotazione del fondo Salva Stati permanente e a puntare di più sulla crescita. Altra notizia che ha contribuito alla distensione, è stata quella riguardante l’accoglimento della richiesta fatta dal nostro paese e tesa ad un rinvio dell’entrata in vigore della bozza europea, che consente all’Italia di rifiatare in vista delle prossime scadenze sulla strada del risanamento dei conti pubblici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*