Si amputa le mani, soluzione estrema di un cleptomane

Esteri

Si amputa le mani, soluzione estrema di un cleptomane

Non riusciva a smettere di rubare e per questo ha deciso di auto infliggersi una terribile punizione: si è amputato entrambe le mani, appoggiandole sui binari e facendole schiacciare da un treno in corsa. E’ la ‘soluzione’ di Ali Afifi, un 28enne egiziano cleptomane che ruba sin da quando era bambino, quando sottraeva di nascosto il pranzo di un compagno di banco scuole elementari. Crescendo i furti si sono fatti sempre più numerosi e, dal cibo, è passato ai telefoni cellulari, fino a gioielli d’oro. Il giovane però non teneva tutto per sè ma i soldi guadagnati rivendendo la merce rubata li dava alle famiglie povere. Negli anni però il sempre più profondo senso di colpa per non riuscire a mettere un freno al suo problema, una vera e propria ‘malattia’ legata a un comportamento compulsivo, lo ha portato al gesto estremo. E così ha deciso di amputarsi entrambe le mani, certo del fatto che in questo modo non ruberà più.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...