Si costituisce l’assassino di Alessio Marinelli, il pugile vittima di un agguato COMMENTA  

Si costituisce l’assassino di Alessio Marinelli, il pugile vittima di un agguato COMMENTA  

20121119-140336.jpg

Taranto – Gli agenti della squadra mobile di Taranto hanno sottoposto a fermo Vincenzo Venza, di 37 anni. L’uomo si è accusato dell’omicidio di Alessio Marinelli, di 19 anni, pugile, morto ieri mattina in seguito alle gravi ferite riportate in un agguato sabato notte in piazza Principe di Piemonte, a Grottaglie.

Venza, costituitosi, ha raccontato agli agenti di aver subito dalla vittima continue minacce. Marinelli, piccoli precedenti penali, insieme ad altre due persone, poche ore prima del suo omicidio, avrebbe sparato con un fucile contro l’auto del Venza.

Il racconto dell’omicida è al vaglio degli inquirenti. I contrasti tra la vittima e l’assassino sarebbero nati nell’ambito della gestione di attività illecite quali, lo spaccio di droga.

Venza dovrà rispondere dei reati di omicidio premeditato, porto e detenzione illegale di arma da fuoco e spari in luogo pubblico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*