Si finge un fedele e ruba il vino consacrato COMMENTA  

Si finge un fedele e ruba il vino consacrato COMMENTA  

E’ successo ieri, vicino ad Alba. Un pregiudicato di 50 anni, albese (albese, non albanese, come qualche politico xenofobo griderà stasera), si è introdotto nella parrocchia del paese fingendosi un fedele e, durante la messa, ha rubato due bottiglie di vino consacrato (doc.). Nei momenti subito successivi alla fuga una donna ha avvertito il parroco, il quale ha chiamato i carabinieri, che a loro volta hanno rintracciato il malfattore. Questi non era ancora riuscito a bere una sola goccia. Riportato il vino al suo posto, la messa è potuta proseguire come sempre.


E’ forse questo un esempio del panico generato tra i beoni dalla notizia sulla “tassa sull’alcool”? Stiano tranquilli. Su questa, come su altre norme lungimiranti, di ampio respiro e socialmente utili (come le norme sugli assicuratori plurimandatari), il Governo ha fatto dietrofront.


Vittorio Nigrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*