Come si fa la valutazione auto

Motori

Come si fa la valutazione auto

Come si fa la valutazione auto
Come si fa la valutazione auto

La valutazione auto è indispensabile per riuscire a vendere al giusto prezzo la propria vettura, ecco dei consigli su come valutare e vendere un’auto

Saper valutare economicamente la propria auto è fondamentale per riuscire a rivenderla con un prezzo oggettivamente equo. Con lo sviluppo del settore della vendita online, senza il tramite delle agenzie, è diventato ancora più importante ricevere l’opinione di un esperto circa la situazione di una vettura.

Come vendere auto online

Negli ultimi anni i siti che permettono la compravendita di auto senza il tramite dei concessionari si sono aumentati esponenzialmente. Sono tutti molto simili tra loro ma la sicurezza della trattativa varia da sito a sito. Per evitare l’intermediazione di terzi consigliamo l’utilizzo di portali che mettono direttamente in comunicazione il compratore con il venditore.

Per prima cosa è necessaria porre un’inserzione sul sito, inserite più foto possibili del mezzo che volete vendere, inserendo anche le foto di eventuali graffi o ammaccature.

Essere sinceri con il vostro compratore infatti renderà tutta la trattativa più facile e vi permetterà di evitare fastidi futuri. Inserite anche una descrizione scritta del mezzo, siate precisi nell’indicare il chilometraggio e le varie caratteristiche della vettura.

Tramite concessionaria

La vendita tramite privati è la modalità più diffusa e sicura per vendere un’automobile. Il difetto principale di questa pratica è la possibilità che venga leggermente sottovalutata, per permettere al concessionario di ottenere una percentuale più o meno sostanziosa sulla rivendita.

Per questo è consigliabile scegliere con cura tra vari concessionari e trovare quello più conveniente. Considerate anche la possibilità di una permuta, che consiste nello scambiare la vostra auto con un’altra vettura, nuova o usata, venduta dal concessionario a cui consegnate il vostro mezzo.

Tramite privati

Questa opzione, probabilmente, è la più conveniente dal punto di vista economico, insieme alla possibilità di rivendere l’auto online. Vendendo la vettura direttamente a un cittadino quest’ultimo pagherà il prezzo da voi stabilito, finale, senza il tramite di un intermediario alla vendita.

Lo svantaggio principale sta nelle tempistiche, infatti trovare un privato disposto a comprare un auto non è per nulla semplice, ed è preferibile utilizzare la rete per diffondere maggiormente il vostro annuncio di vendita.

L’altro svantaggio risiede nella possibilità che la contrattazione con il privato risulti sfavorevole, e che, infine, il venditore privato guadagni meno del valore economico effettivo dell’auto.

Come nella vendita online anche tramite privati è consigliabile lasciare ampio spazio alla sincerità: illustrate tutti i difetti della vostra vettura e il potenziale compratore sarà più portato a fidarsi di voi e ad accettare il prezzo da voi stabilito. E’ dunque importantissimo saper valutare economicamente la propria automobile.

Valutazione auto: cosa sapere

Saper valutare la propria autovettura è la chiave per riuscire a vendere il proprio mezzo a un prezzo conveniente, sia che si voglia vendere il mezzo a un concessionario, sia che si voglia fare la trattativa in privato. Anche in questo caso il mondo del web ci viene in aiuto con numerosi portali che permettono di effettuare una valutazione della nostra auto gratuitamente. Il procedimento può sembrare lungo, è necessario inserire la marca, il modello, l’anno, il chilometraggio, il tipo di carrozzeria, gli eventuali optional, il tipo di interni, il carburante, l’anno di immatricolazione ecc…

I campi da compilare sono numerosi ma permettono di avere un’idea accurata del reale valore del mezzo.

Un’altra possibilità, più semplice, è quella di rivolgersi a un meccanico. Può essere costoso ma il meccanico è in grado di capire il livello della manutenzione del veicolo, eventuali problemi interni del motore o valori aggiunti che possono interessare i collezionisti, soprattutto nel caso di auto di interesse storico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...