Si torna a scuola fra tagli e proteste COMMENTA  

Si torna a scuola fra tagli e proteste COMMENTA  

Scuola Fra proteste e tagli domani suoneranno le campanelle fra i banchi di scuola: dalle scuole elementari alle superiori si rientra per iniziare un nuovo anno scolastico.

Secondo i dati, per l’anno scolastico 2010-2011 solo in Emilia Romagna ci saranno 1193 insegnanti in meno, 540 docenti di ruolo hanno perso la cattedra.

Ad aggravare la situazione c’è il problema delle classi troppo affollate, Bologna conta 5000 ragazzi in più negli ultimi due anni, per un totale di 106.714 alunni e un organico di 8.549 insegnanti.

Contro i provvedimenti legati alla riforma del ministro Maria Stella Gelmini si sta mobilitando il Partito Democratico che ha già organizzato in oltre 1000 scuole dell’Emilia Romagna banchetti, volantinaggi, presidi e incontri con genitori e insegnanti.

L'articolo prosegue subito dopo

…continua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*