Si uccide per amore dandosi fuoco COMMENTA  

Si uccide per amore dandosi fuoco COMMENTA  

Non ce l’ha fatta l’uomo di 64 anni, ricoverato in condizioni disperate al CTO di Torino, che nella notte s’era dato fuoco per una storia d’amore finita male.

Intorno alle quattro di mattina, ad Andezeno, in provincia di Torino, l’uomo s’era chiuso nella sua auto, s’era cosparso di benzina e s’era dato fuoco facendola esplodere.

All’arrivo del 118, giunto sul posto allertato da un vicino di casa, le condizioni del 64enne sono apparse subito disperate: aveva ustioni sul 98% del corpo e la sua momentanea sopravvivenza aveva già del miracoloso.

Ricoverato al centro grandi ustionati, è spirato poco dopo per le gravi bruciature. La causa del gesto disperato? Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri a portare la vittima all’estremo sarebbe stata una forte delusione d’amore.

Leggi anche

1 Commento su Si uccide per amore dandosi fuoco

  1. E’ veramente doloroso il momento in cui una relazione termina ("la fine di un amore"), ancora più doloroso se si viene lasciati improvvisamente e la relazione ha avuto una durata importante.
    Trattasi – psicologicamente parlando – di un evento stressante (anche traumatico) molto intenso: non tutte le persone, da sole, riescono a sopportarlo, elaborarlo (come andrebbe fatto secondo la più avanzata psicoterapia contemporanea ) oppure ridurne, semplicemente, l’impatto emozionale, desensibilizzandosi dall'evento subito.
    La sofferenza provata dipende, oltre che dalla situazione contingente e dalle aspettative sulle persona amata, dalla soglia di sopportazione individuale e da caratteristiche personologiche, nonché da eventuale predisposizione caratteriale o vulnerabilità biopsichica o sensibilità personale, che dir si voglia (v. in particolare le pagine 26, 27, 65, 68, 80, 89, 175, 236, 249, 262, 277, 286, 358, 402, 449, 474, 539, 540 de “Il manuale pratico del benessere”, patrocinato dal club UNESCO (Ipertesto editore). Comunque in caso di seria difficoltà a superare il momento ed eventuale interferenza importante con la propria vita quotidiana è sempre consigliabile rivolgersi ad un capace ed esperto psicoterapeuta, semplicemente per stare meglio con sé e con gli altri ed affrontare il futuro psicologicamente più rafforzati per aprirsi liberamente verso nuove relazioni riducendo al massimo la probabilità di una eventuale sofferenza futura.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*