Siccità e prato inglese: 7 trucchi per un prato sempre verde COMMENTA  

Siccità e prato inglese: 7 trucchi per un prato sempre verde COMMENTA  

Siccità e prato inglese: 7 trucchi per un prato sempre verde
Siccità e prato inglese: 7 trucchi per un prato sempre verde

Mantenere il prato inglese sano e sempre verde durante un periodo di siccità può sembrare un compito davvero impossibile.

Mentre guardate il colore del vostro prato inglese diventare progressivamente verde opaco, probabilmente vi chiederete: “Come si fa a versare l’acqua, garantendo al tempo stesso che questo non si inzuppi d’acqua e non venga calpestato da nessuno?” Bene, siamo lieti di rispondervi a queste domande! In realtà ci sono molti semplici suggerimenti da inserire nella cura quotidiana del vostro prato per curarlo e mantenere sempre verde senza usare troppa acqua.

1. Stabilire un prato sano. Il modo migliore per evitare che il vostro prato diventi più scuro a causa della calura estiva è quello di rendere un prato sano quando il clima è più fresco. L’autunno è il periodo migliore per seminare  o gettare nuove zolle. Avviare un programma per la concimazione e applicare una forma di controllo dell’erba in primavera. Cogliete questa occasione per evitare gli insetti, in particolare le larve, che attirano i roditori.

2. Aerare in autunno. L’ aerazione, il processo di rimozione di piccole spine dal suolo, riduce la compattazione del suolo e fornisce spazio alle radici per crescere. Permette all’acqua, ai fertilizzanti e all’ossigeno di penetrare più in profondità nel terreno, facendo arrivare un po’ d’acqua andare fino in fondo.

3. Non fertilizzare il prato durante un periodo di siccità. Il momento migliore per fertilizzare il prato è quando fa freddo e il tempo è piovoso. Nutrire un prato durante lo stress della siccità non aiuta e potrebbe stressarlo ulteriormente.

L'articolo prosegue subito dopo

4. Non camminare sul prato. Se l’erba è ben irrigata – camminarci su compatta il terreno che limita la quantità di aria che è in grado di raggiungere le radici. Se il terreno è asciutto, invece, la camminata colpisce il prato e danneggia l’erba stessa.

5. Affilare la lama tagliaerba. Una lama tagliaerba non affilata strappa l’erba invece di tagliarla in modo pulito e la fa diventare marrone, opaca, spenta e senza vita.

6. Sollevare la lama tagliaerba. Più l’erba è alta, più ombra si crea per una nuova crescita e per radici più lunghe, le quali possono raggiungere l’umidità in profondità nel terreno. Tagliare con l’impostazione più alta, di solito circa 3 pollici e con un programma normale. Non tagliare mai più di un terzo della lunghezza dell’erba in un solo taglio.

7. Irrigare al mattino. 1/2 pollice di acqua due volte alla settimana tra le 05:00 e le 10:00 del mattino quando si avrà la minima quantità di evaporazione. I prati irrigati durante la notte sono inclini alle malattie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*