Sicilia: cinquanta serate per il Circuito del Mito 2012

Mostre

Sicilia: cinquanta serate per il Circuito del Mito 2012


Ventinove produzioni, cinquanta serate tra appuntamenti musicali e rappresentazioni teatrali nei luoghi più suggestivi della Sicilia. E ancora, 7 grandi mostre: dall’arte del 500, alla pittura delle artiste siciliane dall’800 al secolo scorso, a firme internazionali di arte contemporanea, senza dimenticare tradizioni importanti come quella delle ceramica.

E’ la stagione invernale 2011- 2012 del Circuito del Mito, il calendario di spettacoli e grandi eventi promosso dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia (finanziato con i fondi europei del Po Fesr 2007/2013).

Il cuore del progetto sono le mostre d’arte. Le prime quattro, partite in questo giorni e prodotte da Athena Communications, sono riunite in una rassegna internazionale di pittura e scultura dal titolo Mito contemporaneo con allestimenti a Palermo, Aidone (En), Lipari (Me) e Taormina (Me) e propongono opere di: Raffaele De Rosa, Girolamo Ciulla, Alfredo Sasso e Kan Yasuda. Tutti artisti internazionali che raccontano o interpretano la mitilogia in uno scambio tra presente e passato.

Gli altri appuntamenti dedicati all’arte avranno come galleria privilegiata Palermo con una mostra al museo Abatellis su Figure Mariane e capolavori del 500 curata dalla professoressa Teresa Pugliatti (a partire dal 25 gennaio) che proporrà ai visitatori opere mai esposte prima e conservate nei depositi.

La collettiva Artedonna sull’arte femminile tra il 1850 e il 1950 (Albergo delle Povere dal 25 febbraio) curata dalla professoressa Anna Maria Ruta.

A corredo delle mostre, e sempre in riferimento ai nuclei tematici individuati, il calendario prevede spettacoli di musica e teatro.

Artisti siciliani e non. Interpreti della tradizione ma anche dell’innovazione e della contaminazione con altre culture.

Antonella Ruggiero (28 dicembre alla Chiesa di San Domenico di Agrigento e 29 dicembre alla cattedrale di Naro, sempre nell’agrigentino) e Amedeo Minghi con il gospel del gruppo Palermo Spirituals Ensemble. E ancora: Teresa Salgueiro, incantevole voce dei Madredeus (cattedrale di Messina il 6 gennaio e cattedrale di Noto il 7 gennaio), Veronique Chalot e Brigitte Grenet (Enna e Mazzarino, nel nisseno, il 7 e 8 gennaio) che raccontano le radici della musica francese ed europea, folk e tradizione bretone. Etta Scollo aCefalu’ e Acireale, il 16 e il 17 gennaio, tra le piu’ accreditate folksinger in Europa e Iotatola (teatro Trifiletti di Milazzo il 24 febbraio) il duo di cantautrici palermitane emergenti in Italia e all’estero Serena Ganci e Simona Norato.

Da non perdere anche la mini rassegna tra musica e teatro organizzata a Bagheria (Pa) e dedicata al maestro Renato Guttuso nei 100 anni dalla nascita.

Intitolata Le donne di Guttuso l’iniziativa avra’ come location il palazzo piu’ antico di Bagheria, fatto edificare nel 1658 da Giuseppe Branciforti, principe di Pietraperzia e Leonforte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche