Significato mucche sacre per gli indiani COMMENTA  

Significato mucche sacre per gli indiani COMMENTA  

Nella religione induista, la mucca è venerata come fonte di cibo e simbolo di vita e non può essere uccisa. Molto spesso vediamo immagini dell’India, anche in televisione, in cui si vedono le mucche che passeggiano in luoghi pubblici, senza recinsioni, libere di muoversi come vogliono anche in città. Si dice che Mahatma Gandhi divenne vegetariano perché era dispiaciuto dall’eventuale possibilità che le mucche venissero maltrattate.

Con l’avvento del buddhismo, infatti, dal V secolo a.C., in base al principio di non violenza, la vacca divenne sacra e simbolo dell’identità culturale hindu.

Per gli indiani, la mucca è un pò come una madre surrogata, che fornisce il latte agli esseri umani, per tutta la vita. Così la mucca è veramente la madre del mondo, il dono più prezioso che si possa ricevere.

Comw si può mangiare quindi la propria mamma? Persino lo sterco di mucca è considerato utile e prezioso: è un disinfettante efficace e spesso viene usato come combustibile al posto della legna da ardere e, come tale, viene accuratamente raccolto e messo a seccare.

L'articolo prosegue subito dopo

Quindi comprendiamo come, per la popolazione indiana, ad alta densità demografica, le mucche assumono una grande importanza per il mantenimento economico della popolazione. 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*