Silvio Berlusconi chiede scusa al giudice di sorveglianza COMMENTA  

Silvio Berlusconi chiede scusa al giudice di sorveglianza COMMENTA  

Silvio-Berlusconi

Un richiamo al rispetto delle prescrizioni per Silvio Berlusconi è arrivato martedì pomeriggio da parte del giudice di sorveglianza Beatrice Crosti, il giudice che gli ha concesso l’affidamento in prova ai servizi sociali per un anno in merito alla condanna definitiva per la vicenda Mediast.

Una visita che non era stata in alcun modo annunciata. A fare scattare l’allarme tra i cronisti che si trovavano in tribunale è stata la presenza della scorta dell’ex premier.

Secondo quanto si è appreso, il tribunale avrebbe convocato Berlusconi per richiamarlo al rispetto delle prescrizioni cui deve attenersi durante il periodo di affidamento ai servizi sociali.

Un richiamo che è una conseguenza delle dichiarazioni polemiche nei confronti della magistratura, che Berlusconi ha rilasciato la scorsa settimana in un’aula del Tribunale di Napoli, dove è stato sentito come testimone nel corso di un processo a carico di Valter Lavatola.

L'articolo prosegue subito dopo

Al giudice Crosti Berlusconi ha chiesto “scusa” per quella che ha definito una “battuta”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*