Silvio e la grande gaffe. Berlusconi si presenta alla festa del PD COMMENTA  

Silvio e la grande gaffe. Berlusconi si presenta alla festa del PD COMMENTA  

Ennesima gaffe di Berlusconi, arriva tra la folla della piazza, poi l’amara sorpresa.

Berlusconi alla festa del partito sbagliato, colpa della vicinanze dei due eventi

Segrate – Milano – Deve essere sembrata una scena surreale agli occhi dei presenti, quella accaduta ieri sera in piazza a Segrate, durante la festa del Pd per la candidatura a Sindaco di Paolo Micheli. La solita gaffe di berlusconi o un abile strategia per strappare qualche nuovo voto?

Il Candidato sindaco nonché consigliere regionale Micheli, racconta che nel mezzo della festa sono arrivate due macchine, dalle quali sono scesi  Berlusconi e la sua scorta. Micheli, tiene a precisare che la festa era organizzata dalla sua lista civica Paolo Micheli Segrate Nostra, e nello specifico era una festa dedicata ai più giovani: la Street Fest. In piazza dunque non erano esposte bandiere, e c’era solo un gazebo dedicato al partito.


Il candidato a sindaco del centro sinistra conclude aggiungendo che: Berlusconi appena uscito dalla vettura è andato a salutare dei giovani, consigliandogli di votare chi avesse organizzato una simil festa.

L’amara sorpresa è stata alla scoperta del nome del candidato un certo “Paolo” appreso mentre scattava selfie con i giovani presenti, mentre il candidato a sindaco per il centro destra è una donna, Tecla Fraschini; che stava aspettando in trepidazione l’arrivo del ex-premier, nel palazzetto a circa 800 metri dalla piazza,  nella festa per la sua candidatura a sindaco che si svolgeva nel medesimo orario.


Infine è intervenuto nella questione, il sindaco uscente del centro destra: Adriano Alessandrini. Alessandrini fa sapere che la gaffe di Berlusconi porterà sicuramente ancora più voti al centro destra. Ne è pienamente convinto perchè ha sentito alcuni giovani che erano presenti in piazza all’arrivo di Berlusconi, i quali dopo l’incontro voteranno per la candidata del centro destra.


Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*