Sindaco leghista approva parcheggi per neo mamme: "Ma solo per italiane etero" - Notizie.it

Sindaco leghista approva parcheggi per neo mamme: “Ma solo per italiane etero”

Politica

Sindaco leghista approva parcheggi per neo mamme: “Ma solo per italiane etero”

sindaco

Il sindaco di Pontida approva il nuovo regolamento per i pass dei parcheggi. Le neo mamme possono ottenere il pass solo se etero ed italiane.

Parcheggi neo mamme

Nel Bergamasco a Pontida esce un nuovo regolamento. Riguarda i pass per i parcheggi delle donne gestanti e puerpere. Il sindaco leghista Luigi Carozzi con i soli voti della maggioranza approva questo nuovo regolamento. Sono sei i parcheggi dedicate alle neo mamme ma queste devono obbligatoriamente avere dei requisiti. Il primo requisito è quello di appartenere ad una famiglia etero. Una famiglia quindi composta da padre, madre e bimbo in arrivo. Deve essere cioè un nucleo d’unione ai fini procreativi. Secondo requisito devono essere italiane o appartenere ad un paese membro dell’Unione Europea. A questo punto restano fuori lesbiche ed extra comunitarie. In questo documento c’è anche la spiegazione della parola donna. Donna individuo di sesso femminile che risulti iscritto negli elenchi dell’anagrafe di Pontida. Sui social sono apparsi commenti di vario genere che rappresentano diverse posizioni. C’è chi ha commentato a favore del regolamento e chi contro.

Lo appoggiano le persone che non vedono bene i rapporti gay. Lo criticano le persone più propense all’unione sociale.

Indignazioni e sconcerti

Gionatan Ghilardi capogruppo di Viviamo Pontida presente all’atto della votazione sui banchi dell’opposizione rimane sconcertato. Ha dichiarato “Mi vergogno di questo regolamento”. Nella maggioranza tra le persone che hanno accettato e quindi detto si ci sono anche due donne. E’ rimasto basito della naturalezza con la quale queste donne hanno accettato. Un assessore in aula ha spiegato che questo è quello che pensa la maggioranza e che va accettato. Il dissenso dell’opposizione non è servito a molto. Il loro dissenso nasce dal fatto che nelle altre città il regolamento è aperto a tutte le mamme che abbiano un certificato di gravidanza. Non vengono fatte discriminazioni ma solo agevolazioni per migliorare i mesi di gestazione.

Parcheggi rosa

parcheggi

Tante città stanno emanando provvedimenti in aiuto alle mamme in attesa. L’amministrazione di Lastra a Signa in accordo con le ostetriche sta distribuendo i tagliandi per i parcheggi rosa.

Al momento della consegna del libretto della gravidanza alla gestante viene dato il tagliando da esporre per poter parcheggiare nei parcheggi riservati. A Rimini le postazioni sono 10 e si trovano nel centro storico. In questa città le gestanti possono parcheggiare anche nei parcheggi blu ed esponendo il tagliando non devono pagare la tariffa. Il contrassegno in loro possesso ha validità di un anno. A Rovigo il parcheggio dura 2 ore. Una mamma ultimamente è stata multata per aver superato di 20 minuti le 2 ore. Qui per ottenere il tagliando bisogna recarsi alla polizia locale e compilare il modulo ed allegare il documento di gravidanza. A Cervia al costo di 10 euro si ottiene il contrassegno MUM. Questo può essere ottenuto da mamme dal sesto mese di gravidanza. Questo rende più agevole per loro lo spostamento e l’acceso ai luoghi di lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche