Sindrome da Deficit dell’Attenzione e Iperattività: nuove frontiere

Salute

Sindrome da Deficit dell’Attenzione e Iperattività: nuove frontiere

La Sindrome da Deficit dell’Attenzione e Iperattivita, (ADHD), e’ molto piu’ che un disturbo, è un’intera famiglia di patologie. La Oregon Health & Science University ha studiato il fenomeno, studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences.

“Tradizionalmente, i medici e gli psicologi hanno diagnosticato i pazienti attraverso l’uso del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, comunemente noto come DSM – ha spiegato Damien Fair, docente di neuroscienze comportamentali presso l’Advanced Imaging Research Center dell’Universita’ americana – ma il problema con questo approccio e’ che ci si basa su osservazioni secondarie dei genitori o degli insegnanti. In questo modo comportamenti simili dettati da ragioni diverse vengono impropriamente confusi. Sapevamo da tempo che vi fosse un’ampia variabilita’ delle prestazioni sia nel gruppo ADHD sia nel gruppo di controllo – ha aggiunto il ricercatore – ma questa non e’ mai stata formalmente descritta”.

Con questi dati alla mano, psicologi e medici possono fornire ai pazienti una serie di test cognitivi e determinare i loro punti di forza e di debolezza per una vera e propria personalizzazione della diagnosi e della terapia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Chiara Cichero 1240 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.