Siracusa, donna abortisce dopo aggressione

Cronaca

Siracusa, donna abortisce dopo aggressione

Una donna in stato di gravidanza, originaria di Siracusa si sarebbe presentata ieri al pronto soccorso dell’Ospedale di Siracusa lamentando forti dolori conseguenti ad una aggressione subìta. Gli accertamenti diagnostici eseguiti dal personale medico avrebbero evidenziato la morte del feto che la donna portava in grembo da 5 mesi.

Per questo motivo la Procura della Repubblica di Siracusa ha aperto un’inchiesta per accertare le responsabilità e la dinamica dei fatti. Il fatto sarebbe avvenuto ieri mattina alle 10, quando la donna, 34enne, si è presentata al pronto soccorso dell’Ospedale Umberto I, dichiarando di avere in precedenza sporto denuncia per aggressione. Per la sfortunata gestante si sarebbe trattato della quarta gravidanza.

L’equipe medica diretta dal dottor Antonino Bucolo, ha comunque completato la procedura prevista di espulsione del feto per consentire gli accertamenti autoptici sullo stesso, utili all’espletamento delle indagini da parte degli organi inquirenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche