Siria: funzionari USA chiedono l'intervento militare di Obama.
Siria: funzionari Usa chiedono l’intervento militare di Obama
News

Siria: funzionari Usa chiedono l’intervento militare di Obama

51 funzionari chiedono l’intervento militare.

E’ stato sottoscritto, e reso noto, un documento di protesta da parte di 51 diplomatici statunitensi contro la politica della Casa Bianca in Siria.

I funzionari che hanno redatto il documento premono per il cessate il fuoco in Siria, entrato in vigore il 27 Febbraio, e troppo spesso violato dal presidente Bashar al-Assad, e per avviare, finalmente, i negoziati di pace.

Nel documento si sostiene anche che i ribelli moderati appoggiati dagli statunitensi si siano indeboliti a favore del regime durante le trattative, rafforzando appunto al-Assad.

Il presidente siriano continua nel suo obiettivo di sottrarre i territori ai ribelli, mentre i funzionari americani chiedono a Barack Obama un’azione militare per accelerare gli accordi di pace.

Criticata è la linea di non intervento di Obama.

Il mezzo per portare Assad ad un negoziato sarebbero dei raid bellici americani contro le postazioni del presidente siriano.

La scelta del non intervento americano è uno dei lati del braccio di ferro sulla Siria in corso a Washington.

L’interventismo, promosso dai diplomatici statunitensi, vuole porre fine ad una sanguinosa guerra e creare le basi per una stabilità generale, che coinvolga tutti i Paesi presenti sullo scacchiere, Russia compresa, sostenitrice della politica di Assad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche