Siria, l’Unione Europea emana le sanzioni

Esteri

Siria, l’Unione Europea emana le sanzioni

Il Presidente siriano Assad

In seguito alla repressione delle manifestazioni di protesta a Damasco e dei bombardamenti sulla popolazione civile a Homs, l’Unione Europea ha adottato nuove sanzioni contro il regime di Assad in Siria.

In un comunicato della UE si legge che “Le misure restrittive sono state approvate” durante una riunione dei ministri europei degli affari esteri a Bruxelles, e colpiscono principalmente la Banca Centrale siriana e il trasporto aereo delle merci.

Il ministro degli Esteri Giulio Terzi ha detto che l’Italia condivide il processo europeo delle sanzioni contro la Siria perché “non vi sono altre modalità se non quello dell’intervento militare, che nessuno si augura per il momento”.

Sulla questione è intervenuto anche il ministro degli Esteri danese Villy Sovndal, il quale ha confermato di non vedere nessuna opzione militare per risolvere i problemi in Siria, e che per questa ragione l’Unione Europea “continuerà a rafforzare le sanzioni e a chiedere all’opposizione siriana di essere più unita”. “I 27”, ha aggiunto il ministro, “chiederanno che vengano lasciati entrare gli aiuti umanitari” nel paese.

Il Presidente siriano Assad

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche