Siria, la NATO non interverrà

Esteri

Siria, la NATO non interverrà

Rasmussen, segretario generale della NATO

Il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, ha ribadito che “non abbiamo alcuna intenzione di intervenire in Siria perchè crediamo che il modo giusto di andare avanti sia perseguire una soluzione pacifica e politica”.

“Naturalmente noi monitoriamo la situazione da vicino”, ha aggiunto Rasmussen ricordando come uno dei membri della Nato, la Turchia, sia un paese confinante con la Siria. “La scorsa settimana il ministro degli Esteri turco ha informato i colleghi della situazione in Siria e sul confine tra i due paesi – ha detto ancora Rasmussen- quindi monitoriamo la situazione ma non abbiamo alcuna intenzione di intervenire direttamente in Siria perchè pensiamo che ci siano altre soluzioni più appropriate”. Rasmussen si è detto convinto che la strada giusta da perseguire per la Siria sia una ”soluzione pacifica e politica basata sul piano Annan”.

”Spiace – ha aggiunto – che il consiglio di sicurezza dell’Onu non abbia raggiunto un accordo vincolante sulle risoluzioni, ma apprezzo il fatto che tutti i membri del consiglio abbiano sostenuto il piano Annan”.
Resta ferma la condanna e l’appello ”alla leadership siriana affinchè permetta al popolo di perseguire le sue aspirazioni alla democrazia”.

Rasmussen, segretario generale della NATO

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche