Siria: prove di dialogo?

Esteri

Siria: prove di dialogo?

Il presidente russo Putin non esclude un appoggio ad un’operazione militare in Siria se fosse provato l’uso di armi chimiche da parte di Assad e di fronte ad un via libera dell’Onu. Lo ha detto il leader del Cremlino in un’intervista tv, precisando comunque che la Russia non interverrà mai in alcun conflitto all’estero. Putin vedrà Obama domani e dopodomani al G20 di San Pietroburgo, ma non ci sarà un bilaterale.

Intanto è stata raggiunta dal Senato americano l’intesa sull’eventuale intervento in Siria. Il testo, che dovrà essere approvato dal Congresso dal 9 settembre, vincola Obama al sì del Campidoglio e prevede un’azione mirata di 60 giorni più 30 prorogabili, escludendo il ricorso a truppe di terra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...