Siria, sequestrati venti osservatori Onu dai ribelli: «Via Assad dal villaggio di Jamlah»

Esteri

Siria, sequestrati venti osservatori Onu dai ribelli: «Via Assad dal villaggio di Jamlah»

Venti osservatori Onu sono stati sequestrati da una trentina di ribelli dell’Esercito di Liberazione Siriano, che hanno diffuso la notizia tramite un video su YouTube. Nel messaggio, uno dei sequestratori, definitosi come un membro dei Martiri di Yarmouk ha esposto le condizioni del rilascio degli ostaggi.

«Oggi, 6 marzo 2013, abbiamo preso in custodia membri delle le forze dell’Onu e li tratteniamo fino al ritiro delle forze di Assad (il presidente siriano) dal villaggio di Jamlah. Chiediamo agli Stati Uniti, all’Europa e al Consiglio di sicurezza Onu di liberare questi che abbiamo trattenuto e di far ritirare le truppe di Assad da Jamlah, confinante con Israele. Se ciò non avverrà entro 24 ore li tratteremo come prigionieri».

La notizia del rapimento del gruppo di osservatori è stata confermata anche dalle Nazioni Unite.

Il link del video: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=aQMEtlHAPro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche