Siria, sotto i raid morti 4000 miliziani e 380 civili: 99 bambini rimasti uccisi COMMENTA  

Siria, sotto i raid morti 4000 miliziani e 380 civili: 99 bambini rimasti uccisi COMMENTA  

18 mesi di bombardamenti, 380 civili e circa 4 mila miliziani uccisi.

Si arriva sempre al momento in cui è necessario – e doveroso – fare i bilanci. E’ il momento in cui si misurano i vantaggi e gli svantaggi finali di una determinata operazione e, nel caso in cui tale operazioni sia una guerra, questi bilanci possono avere l’effetto di uno schiaffo.


Ai bilanci per quanto riguarda la Siria ha richiamato ieri l’Osservatorio Nazionale per i Diritti Umani (Ondus) nel fornire il resoconto di quanto avvenuto nel paese a seguito della campagna di raid aerei condotta da parte della comunità internazionale e guidata, in particolare, dagli USA. Secondo quanto riferito, l’Ondus è in grado di documentare che, in questo ultimo anno e mezzo, nel corso dei bombardamenti sono rimasti uccisi 4108 miliziani dello Stato Islamico e 136 uomini di Al Nusra, l’organizzazione terroristica siriana che fa capo ad Al Qaeda. A conferma del fatto che la tattica dei raid comporti l’inevitabilità di colpire anche la popolazione civile, l’Ondus ha affermato che sotto gli ordigni sono morte anche 380 persone comuni, appartenenti alla popolazione siriana e non schierate dal punto di vista militare, e che, di queste, 99 sono minorenni.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*