Smettete di dire che il cannibale di Miami era sotto effetto della Bath Salts

News

Smettete di dire che il cannibale di Miami era sotto effetto della Bath Salts

Ormai, sono sicuro che chiunque abbia una connessione internet abbia familiarità con il recente incidente in cui la polizia di Miami ha ucciso un uomo nudo che era in procinto di mangiare la faccia di un altro uomo. In caso contrario, cerca su google la frase “Bath Salts”. E’ il nome i media hanno dato alla droga che Rudy Eugene aveva assunto quando stava mordendo i pezzi di guancia del senzatetto Ronald Poppo. Stranamente, i criteri per ciò che costituisce la “Bath Salts” sembrano essere cambiati- mentre prima si trattava di una nuova varietà di LSD o cocaina, ora è apparentemente solo un altro nome per il mefedrone: che ha più in comune con MDMA ed è stato estremamente popolare nel Regno Unito un paio di anni fa, quando era conosciuto come “M-kat”, “meow meow”. I funzionari dicono che la droga sintetica era dietro il recente attacco cannibale nonostante il fatto che, per ora, ci sono poche prove che supportano l’affermazione.

L’unica cosa che possiamo dire responsabilmente è che Eugene quel giorno ha mangiato la faccia di un altro uomo. “Abbiamo già visto”, ha detto Aguilar, Presideente del Dipartimento di polizia di Miami “tre o quattro casi che sono esattamente come questo, dove alcune persone hanno ammesso di aver preso LSD”. Prima di tutto, “esattamente come questo”? Egli non è chiaramente consapevole del concetto di parole che hanno significati specifici, che diventano molto evidenti quando si confonde l’LSD, una sostanza psichedelica della famiglia Ergoline, con Bath Salts, un termine generico utilizzato per commercializzare una serie di anfetamine che non sono assolutamente in alcun modo collegato con l’LSD. Si continua a confondere quando intervistar un dottore. “Egli (il dottor Paul Adams) dice che il nuovo LSD viene comunemente chiamato Bath Salts. Quindi non solo una confusione fra due droghe, ma si collega questo “LSD nuovo” con il cannibalismo, che da allora è stato ripreso nei titoli principali, innumerevoli punti vendita locali.

E mentre la maggior parte dei rapporti qualifica le loro affermazioni secondo gli “esperti” o “secondo i funzionari”, nessuno di loro ricorda che questa accusa è del tutto infondata. E ora, sulla scia di questa tragedia probabilmente non correlata con la Bath Salts, abbiamo tutti, locali e federali, anche canadesi, per un divieto non solo della Bath Salts, ma anche “marijuana sintetica” e altre droghe sintetiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche