Società di protezione animali riporta "alla luce" un cucciolo abbandonato - Notizie.it
Società di protezione animali riporta “alla luce” un cucciolo abbandonato
Animali

Società di protezione animali riporta “alla luce” un cucciolo abbandonato

Lo sapevate che gli animali senza casa sono i più numerosi senzatetto? Non è sorprendente vedere un animale indesiderato vagare per le strade anche della più piccola delle città. Questa è una realtà straziante in cui viviamo, ma a volte le persone riescono a trovare un modo per aiutare quei cani e gatti in difficoltà.

Un gruppo in Canada, the Quebec Society for the Protection of Animals, ha trovato il cane che vedete qui sotto per la strada. Era così sporco e la sua pelliccia talmente arruffata, che riuscì a malapena ad essere riconosciuto come un animale (per non parlare di un cane).

Aveva tanto arruffata e sporca la pelliccia che è apparso molto più grande di quanto fosse in realtà.

He had so much matted, dirty fur that he appeared much larger than he actually was.

Più del 50% era pelliccia.

More than 50% of his size here was due to the fur.

I suoi soccorritori si precipitarono a raderlo.

So, his rescuers rushed to shave off the nasty hair.

E hanno rivelato un amorevole e meraviglioso cucciolo li sotto.

And they revealed a loving, wonderful boy underneath.

He was a little frightened by the buzzer...

E tutto l’ agghindarsi era di nuovo per lui …

And all of the primping might have been new for him...

Ma ne è valsa la pena.

But the process was worth it.

Era un animale completamente diverso.

Afterwards, he was a completely different animal.

Grato di essere pulito e amato.

Thankful to be indoors, clean and loved.

Potrebbe essere impossibile aiutare ogni randagio, ma ogni sforzo che facciamo per aiutare gli animali senza casa conta molto.

Contattare l’ASPCA o la Humane Society se siete interessati al volontariato, alla donazione o ad adottare. I nostri amici animali non possono aiutare se stessi, quindi abbiamo bisogno di un farci avanti..

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche