Società Sportiva Lazio - Notizie.it
Società Sportiva Lazio
Inter

Società Sportiva Lazio

La Società Sportiva Lazio nasce a Roma il 9 gennaio del 1900 come Società Podistica Lazio.

Nel suo palmares figurano 2 scudetti, 5 coppe Italia, 3 supercoppe italiane in campo nazionale, in campo europeo ha vinto 1 coppa delle Coppe (ultima squadra ad aggiudicarsi il trofeo) e 1 supercoppa Uefa.

I colori sociali della Lazio sono il bianco ed il celeste, questi colori vennero scelti in onore della Grecia, la patria storica delle Olimpiadi, il simbolo della società è l’Aquila.

La squadra partecipa al primo campionato nazionale nel 1929, il giocatore più rappresentativo è Silvio Piola, futuro bomber azzurro nella coppa del mondo 1938.

Non arriva lo scudetto ma la squadra centra diversi piazzamenti di prestigio, come il 2° posto nel campionato 1936-37, sempre nel 37’ la Lazio arriva a disputare la finale della Coppa dell’Europa Centrale (o coppa Mitropa, la Champions dell’epoca), finale persa contro i magiari del Ferencvaros.

Per il primo successo della compagine laziale bisogna però attendere il 1958, in quell’anno i bianco-celesti si aggiudicarono la coppa Italia, da ricordare che di quella squadra faceva parte Tagnin, che sarebbe poi divenuto uno dei pilastri della grande Inter.

Sono comunque anni difficili, la squadra nel 61 retrocede per la prima volta in serie B; dopo diversi campionati sofferti (altra retrocessione nel campionato 70-71), nel 1973-74 il tecnico Maestrelli guida le aquile ad uno scudetto storico.

Era quella una formazione singolare, uno spogliatoio diviso in due gruppi che però in campo sapevano trasformarsi ed unire le loro forze per riuscire a vincere uno storico scudetto, l’alfiere di quella squadra era l’attaccante Giorgio Chinaglia (recentemente scomparso) che anni dopo emigrerà in America per giocare nei Cosmos assieme a Franz Beckenbauer e a Pelè.

Particolare curioso, l’Italia nell’edizione 1974-75 non schiererà nessuna squadra nella coppa dei Campioni, la Lazio aveva infatti rimediato l’anno prima una pesante squalifica a causa di alcuni incidenti in coppa Uefa.

La squadra non riuscirà a creare un ciclo, complice la tragica morte di Re Cecconi e Maestrelli, note liete arrivarono dall’esplosione, dopo la partenza di Chinaglia, del giovane attaccante Giordano Bruno, capocannoniere della serie A nel 1979.

L’anno dopo però la Lazio venne retrocessa in serie B, seguiranno anni bui con diversi campionati giocati nel torneo cadetto, alcune promozioni in serie A ma anche retrocessioni in serie B.

Nel 1986 la Lazio venne colpita da una penalizzazione di 9 punti per uno scandalo scommesse, la squadra allenata da Fascetti riuscì a salvarsi dal baratro della serie C solo dopo un campionato in salita che terminò con la vittoria negli spareggi contro Taranto e Campobasso (allora la vittoria valeva due punti).

La squadra ritornò in A nel 1988, nel 1992 Sergio Cragnotti divenne presidente, arrivarono importanti investimenti.

Arrivarono diverse vittorie: coppa Italia (98), coppa delle Coppe e Supercoppa Uefa (99), scudetto e coppa Italia (2000) e ancora coppa Italia (04).

A partire dal 2002 le ambizioni della Lazio subiscono un ridimensionamento a causa di alcuni problemi finanziari del presidente Cragnotti, queste difficoltà costringono la società a vendere alcuni fra i più prestigiosi giocatori.

Alla guida del club romando subentra l’imprenditore Claudio Lotito, questi diventa subito un istrionico protagonista di una battaglia con il fisco, riesce ad evitare infatti il fallimento della squadra concordando una rateizzazione del debito.

Riesce ad allestire una squadra competitiva che ottiene piazzamenti di prestigio coronati dalla conquista della coppa Italia nel 2009.

Ultima notazione, diversi i giocatori che hanno militato in entrambe le squadre, doverosa citazione per Ferruccio Mazzola, fratello di Sandro Mazzola, Ferruccio giocò qualche partita nell’Inter e poi giocò in diverse squadre di serie A; negli anni 70’ militò per diversi anni nella Lazio, arrivando anche a indossare la fascia di capitano dal 1969 al 1971.

Cereda Stefano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

totti
Calcio

Quanti derby ha vinto Totti

22 novembre 2017 di Notizie

Francesco Totti è stato senza dubbio uno delle bandiere più importanti della Roma e del calcio italiano. Scopri quanti derby ha vinto contro la Lazio.

Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.