Soddisfazione per l’esito del vertice tra Letta e Hollande sulla Cuneo-Nizza e sul Tenda bis COMMENTA  

Soddisfazione per l’esito del vertice tra Letta e Hollande sulla Cuneo-Nizza e sul Tenda bis COMMENTA  

Il XXXI vertice tra Italia e Francia, svoltosi a Roma mercoledì 20 novembre, ha portato con sé buone notizie per il territorio della provincia di Cuneo. La dichiarazione finale dell’incontro, infatti, ha ribadito l’impegno dei governi di entrambe le nazioni per salvaguardare la centralità e l’importanza della linea ferroviaria Cuneo-Breil-Ventimiglia-Nizza e del tunnel stradale del colle di Tenda. Dai documenti dell’incontro emerge infatti la volontà di non dismettere o decurtare il ruolo della linea ferroviaria Cuneo-Nizza: i due governi hanno infatti manifestato la volontà di rinnovare, rivedere e attualizzare la Convenzione del 1970 che ne regolava la gestione. Oltre a ciò, Italia e Francia si sono impegnate per cercare di condividere le responsabilità, sia dal punto di vista operativo che del finanziamento, per la gestione e il futuro della stessa linea. Buone notizie anche per il tunnel stradale del Colle di Tenda: i due governi ne hanno infatti ribadito l’importanza, auspicando l’inizio dei lavori di ammodernamento e raddoppio.

Soddisfatto, a questo proposito, il deputato del Pd Mino Taricco: “La soddisfazione nel vedere queste due infrastrutture al centro del tavolo dei lavori tra Italia e Francia è grande: la loro importanza è fondamentale sia per il territorio cuneese sia per le comunicazioni e gli spostamenti tra il nostro paese e la Francia.

Il 6 novembre ero intervenuto alla camera per ribadire questa mia posizione, e per ricordare la mozione presentata insieme alla collega Chiara Gribaudo, in cui chiedevamo che le questioni della Cuneo-Nizza e del tunnel di Tenda non venissero accantonate.

I rischi che si stavano correndo erano infatti troppo grandi: quanto avvenuto ha però, ancora una volta, confermato l’impegno del nostro governo e di quello francese a sostenere due tra le infrastrutture più importanti del nostro territorio.”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*